martedì, marzo 12

Recensione IL FIUTO DELLE SQUALO di Gianni Solla

Recensione di Oreste Patrone

"Ho conosciuto Gianni Solla - intendo la sua produzione letteraria, poiché personalmente non ho ancora avuto questo piacere - attraverso un suo racconto pubblicato sul blog di Vicolo Cannery (www.vicolocannery.it). Da lì, sono passato al suo sito (www.hotelmessico.net) e da questo al suo ultimo romanzo “Il Fiuto dello Squalo” (ed. Marsilio) il passo è stato breve.

Solla è uno di quegli autori che dopo averlo letto una volta, non puoi più farne a meno. Uno di quelli che ti spinge a controllare il suo sito almeno una volta al giorno per controllare se c’è qualcosa di nuovo da leggere. Uno di quegli autori che coi suoi testi ti sa restituire il perduto “piacere della lettura”.

Ammesso che qualcuno se ne ricordi ancora in un momento storico come il nostro in cui le librerie (non tutte, per carità) sono vetrine per autori del calibro di Lapo Elkann, Alba Parietti e Barbara D’Urso, il piacere della lettura sarebbe quella sensazione di gradimento che si associa al leggere, cioè al fatto proprio del leggere. Riuscire a farti apprezzare la qualità di un dialogo, di una frase o il modo in cui viene descritta una particolare situazione, prima ancora che la trama stessa di un narrato (che pure deve esserci, non dico di no) è una cosa nella quale riescono pochi autori.

Gianni Solla, a mio avviso, è uno di loro.

Tutto questo ha in minima parte a che vedere con Napoli e col mio difficile rapporto con questa città, in parte maggiore con Solla e la sua prosa eccezionale. Le sue storie sono pugni nello stomaco, alcune sono talmente forti che saresti tentato di non andare nemmeno avanti. Non c’è contraddizione, tuttavia, tra questo e quanto ho detto in merito al piacere della lettura. Ci sono libri difficili, storie dure da mandare giù, eppure leggerle è praticamente una necessità. Ti fanno male, ma hai la sensazione che sia un male necessario perché è la tua anima che chiede di essere sbattuta contro il muro e messa di fronte a certe verità. Te lo chiede perché ne ha bisogno, per non essere annientata dalla banalità di immagini patinate e zuccherose.

Il libro di Solla è uno di quelli che costringono a spegnere la televisione, a mettere il cellulare in silenzioso per non essere assillato dalle notifiche di facebook, per immergerti nello squallore esistenziale della vita - se così si può chiamare - di Sergio Scozzacane, also know as Lo Squalo.

Mi sono spesso chiesto, mentre leggevo, se graduando il successo personale da 0 a 10 il fondo scala bastasse a descrivere la condizione di Scozzacane. Alla fine mi sono risolto per l’estensione della scala ai numeri relativi (quelli col segno meno davanti, per intenderci).

Lo Squalo vive un esistenza fatta di negativi. Quello che sorprende è proprio il fatto che la vive e che tra tutti i negativi che lo circondano: aspiranti cantanti senza talento e senza prospettive, camorristi spietati, puttane e poveracci d'ogni sorta, lui sia un interprete per certi versi romantico e indimenticabile. È un fallito, talmente fallito da essere un personaggio perfetto. È l’agente di un numero di disperati e narcisisti disposti a spendere per essere presi per il culo e lui li accontenta tutti. È un venditore di sogni impossibili. È il regista di un patetico teatrino in cui recita in modo mediocre e al tempo stesso eccellente la parte di sé stesso.

Credo che la migliore definizione dello Squalo l’abbia data il criminale Santamaria quando afferma che lui è la sfaccimma dei manager. Vi rimando a Google se volete sapere il significato della parola.

La storia è bella, ti tira dentro della prima pagina. Fino alla fine ho sperato che potesse essere anche una storia di riscatto, anche se sapevo che per uno come lo Squalo il riscatto è impossibile: non si può andare contro l'anatomia.

Leggetelo per il piacere di leggere, quella sensazione in via d’estinzione che merita di essere salvata. Per fortuna, ci sono autori come Solla che si dedicano con passione a questa missione (oserei dire, umanitaria).


TRAMA:Sergio Scozzacane è un impresario musicale. Lo chiamano "lo Squalo" per la forma a pinna del suo naso. Un soprannome, ma anche un destino da carnivoro: è il proprietario della casa discografica Musica Blue Records, che produce dischi a pagamento, vendendo illusioni a cantanti privi di talento che lui chiama "pazienti". Alloggiato in una pensione d'infimo ordine e sommerso dai debiti contratti anche con la camorra (costatigli il mignolo del piede sinistro), lo Squalo progetta una improbabile uscita di scena. Ma quando tutto sembra perduto, una speranza si riaccende: Mattia, un giovane cantante che ha ancora sotto contratto per due mesi, vince un talent show televisivo, e portarlo al festival di Sanremo sembra l'occasione di riscatto della sua vita da discografico fallito e per salvare la pelle. Con passo incalzante e capacità dissacratoria, Gianni Solla mette in scena un romanzo sull'impossibilità di sottrarsi alla propria natura, la storia di un antieroe che lotta per la sopravvivenza in una Napoli divisa tra mediocri cantanti neomelodici e clan della camorra, una commedia amara sui fallimenti umani.

Titolo Il fiuto dello squalo
Autore Solla Gianni
Prezzo di copertina € 16,50
Dati 2012, 300 p., brossura
Editore Marsilio  (collana Marsilio X)
Disponibile anche in ebook a € 9,99


0 Lascia un commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cronologia Post

Autori

Agatha Cristie (3) Alberto Custerlina (3) Alessandro Bastasi (9) Alessandro Berselli (1) Alessandro Perissinotto (2) Alessandro Vizzino (2) Alessandro Zanoni (2) Alfredo Colitto (16) Allan Guthrie (1) Andre Helena (5) Andrea Camilleri (7) Andrea G.Pinketts (3) Angela Capobianchi (4) Anne Holt (6) Anthony Neil Smith (2) Ariana Franklin (2) Arnaldur Indridason (3) Arne Dalh (2) Ballario Giorgio (2) Bill James (3) Bret Easton Ellis (2) Brian Freeman (9) Camilla Läckberg (7) Carin Gerhardsen (2) Carlo Luccarelli (3) Carolyn Graham (2) Charles Willeford (2) Charlotte Link (5) Chelsea Cain (3) Chiara Palazzolo (4) Ciro Auriemma (5) Claudio Paglieri (5) Cody McFadyen (1) Cormac McCarthy (2) Cornell Woolrich (1) Dan Simmons (3) Daniel Silva (5) Dean R. Koontz (3) Derek Raymond (4) Dominique Manotti (4) Don Winslow (12) Donald Westlake (2) Donato Carrisi (10) Douglas Preston e Lincoln Child (4) Ed McBain (2) Elisabetta Bucciarelli (6) Elizabeth George (1) Elmore Leonard (6) Eraldo Baldini (2) Fabrizio Canciani (2) Ferdinando Pastori (25) Francesca Battistella (10) Francesca Bertuzzi (3) Francesca Scotti (8) Francisco Gonzalez Ledesma (2) Frédéric H. Fajardie (2) Genna Giuseppe (1) George Simenon (5) George V. Higgins (3) Giampaolo Simi (2) Giancarlo De Cataldo (6) Giancarlo Narciso (8) Gianni Farinetti (1) Gianni Simoni (11) Gianpaolo Zarini (6) Giorgio Faletti (2) Giorgio Scerbanenco (11) Giuliano Pasini (8) Giuseppe Foderaro (3) Giuseppe Leto Barone (7) Greg Iles (4) Harlan Coben (1) Henning Mankell (1) Iain Pears (3) Ian McEwan (2) J. A. Konrath (1) James Ellroy (7) James M. Cain (2) James Patterson (14) James Rollins (6) Janet Evanovich (1) Jean Christophe Grangè (1) Jean Claude Izzo (1) Jean-Patrick Manchette (5) Jefferson Bass (2) Jeffery Deaver (10) Jerker Eriksson (3) Jim Nisbet (2) Jim Thompson (6) Jo Nesbø (12) Joe R. Lansdale (8) John Verdon (2) Jonathan Kellerman (3) Josè Carlos Somoza (3) Justin Cronin (2) Karin Slaughter (9) Ken Follet (2) Laura Costantini (3) Leo Malet (3) Leonard S. Goldberg (2) Linda Castillo (4) Linda La Plante (1) Linwood Barclay (2) Liza Marklund (3) Lorenza Ghinelli (5) Loriano Macchiavelli (5) Luca Filippi (4) Lucia Tilde Ingrosso (6) Luigi Romolo Carrino (4) Maj Sjöwall (1) Marco Bettini (2) Marco Buticchi (4) Marco Malvaldi (8) Marco Vichi (8) Marilù Oliva (6) Mario Mazzanti (9) Mary Higgins Clark (2) Massimo Lugli (5) Massimo Rainer (3) Matteo Righetto (1) Matteo Strukul (9) Maurizio De Giovanni (15) Mauro Marcialis (9) Michael Robotham (3) Micheal Connelly (7) Michele Giuttari (4) Omar di Monopoli (2) Paolo Grugni (5) Paolo Roversi (6) Patrick Fogli (9) Patrizia Mintz (6) Paul Harper (1) Petros Markarism (1) Philip Roth (1) Philippe Claudel (1) Philippe Djian (3) Piergiorgio Pulixi (18) Pierluigi Porazzi (6) Pierre Lemaitre (6) R.J Ellory (2) Remo Bassini (2) Riccardo Perissich (1) Richard Matheson (2) Roberto Costantini (6) Robin Cook (2) Rodolfo Wlash (1) Sabine Thiesler (3) Sam Durrel (3) Sam Neill (1) Sandrone Dazieri (3) Sara Bilotti (11) Sasha Naspini (3) Schätzing Frank (1) Seba&Fra (6) Sebastian Fitzek (5) Seth Grahame Smith (1) Shane Stevens (4) Simone Sarasso (5) Stefano Di Marino (34) Stelvio Mestrovich (4) Stephen King (11) Steve Berry (3) Stuart Macbride (4) Susanna Raule (3) Tersite Rossi (5) Tess Gerritsen (5) Tim Willocks (5) Ugo Barbàra (3) Ugo Moriano (2) Valerio Varesi (6) Victor Gischler (6) William Landay (2) Wulf Dorn (8)

Da non perdere

Da Evitare

NonSoloThriller

Interviste

Post più popolari

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.