sabato, ottobre 23

APPUNTI DI UN VENDITORE DI DONNE - di Giorgio Faletti


Titolo Appunti di un venditore di donne
Autore Faletti Giorgio
Prezzo di copertina € 20,00
Dati 2010, 397 p., rilegato
Editore B.C. Dalai Editore (collana Romanzi e racconti)

1978. A Roma le Brigate Rosse hanno rapito Aldo Moro, in Sicilia boss mafiosi come Gaetano Badalamenti soffocano ogni tentativo di resistenza civile, all’ombra della Madonnina le bande criminali di Vallanzasca e Turatello fanno salire la tensione in una città già segnata dagli scontri sociali. Ma anche in questo clima la dolcevita del capoluogo lombardo, che si prepara a diventare la «Milano da bere» degli anni Ottanta, non conosce soste. È proprio tra ristoranti di lusso, discoteche, bische clandestine e cabaret - dove cresce una nuova generazione di uomini di spettacolo destinata a rivoluzionare la comicità italiana - che fa i suoi affari un uomo enigmatico, affascinante, reso cinico da una menomazione inflittagli per uno «sgarbo». Si fa chiamare Bravo. Il suo settore sono le donne. Lui le vende. La sua vita è una lunga notte bianca che trascorre in compagnia di disperati, come l’amico Daytona. L’unico essere umano con cui pare avere un rapporto normale è un vicino di casa, Lucio, formidabile chitarrista cieco con cui condivide la passione per i crittogrammi. La comparsa improvvisa di una ragazza, Carla, che per sfuggire alla povertà decide di entrare nel giro della prostituzione, risveglia dolorosamente in Bravo sensazioni che l’handicap aveva messo a tacere. Ma per lui non è l’inizio di una nuova vita - che comunque gli sarebbe preclusa - bensì di un incubo che lo trasformerà in un uomo braccato dalla polizia, dalla malavita e da un’organizzazione terroristica. Incastrato come capro espiatorio in una serie di omicidi e in una strage efferata, per salvarsi non potrà contare che su se stesso. Il mondo, cui aveva cercato di sottrarsi scegliendo l’oscurità alla luce del giorno, lo risucchia mettendolo faccia a faccia con la violenza del proprio tempo. Qualcosa di molto più grosso di lui che fa sembrare acqua cristallina i suoi traffici sporchi.




Diego Thriller ha detto: io mi chiamo Bravo e non ho il CAZZO. Così inizia l'ultimo libro di Giorgio Faletti, "Appunti di un venditore di donne". 

Io mi chiamo Bravo e non ho il CAZZO.
Così inizia l'ultimo libro di Giorgio Faletti, "Appunti di un venditore di donne".
Bravo, appunto, è il venditore di donne, un malavitoso che sfrutta le donne per i suoi interessi, ma che alla fine ti porta a stare dalla sua parte.
In questo libro Faletti ha cambiato genere, spostandosi sul noir (mio genere preferito) e a mio parere ci è riuscito molto bene, addirittura meglio del suo esordio "io uccido". Leggendo questo libro, Faletti  è riuscito a dare un'anima  a una Milano della fine degli anni '70.
Brigate rosse, Mafia, Malavita organizzata, sono gli scenari di questo libro, dove la trama, inizialmente molto intricata , desta molta curiosità nel lettore che non sa dove vuol parare l'autore,  ma poi da metà libro in poi comincia a snodarsi molto bene, creando un colpo di scena dietro l'altro.
Ho preso questo libro senza aspettare commenti, nonostante non mi siano piaciuti i suoi ultimi libri, perchè la trama mi è piaciuta subito, e Faletti a mio parere scrive molto bene.
Quindi lo consiglio! 




760x54_promo


10 Lascia un commento:

massimo ha detto...

La trama mi ispira molto ed anche il periodo in cui il romanzo è ambientato...speriamo torni il Faletti degli inizi.

PENNYWISE ha detto...

Come si fa a non desiderare di leggerlo dopo una recensione così? Complimenti

massimo ha detto...

"Solo gli stupidi e gli innocenti non hanno un alibi".
Nella Milano di fine anni '70 si muovono tanti personaggi che agiscono al confine con la legge e spesso la infrangono. Fra questi c'è Bravo: in fuga da un oscuro passato si è costruito una discreta ricchezza "vendendo" donne. Suo malgrado si trova in mezzo ad un intrigo che coinvolge mafia, servizi segreti, terroristi rossi e politica. Non può contare su altri se non su se stesso ed è quindi costretto a far riemergere quel passato che voleva dimenticare.
Romanzo cupo, dove la protagonista è una Milano che vive di giorno e di notte, dove loschi personaggi approfittano dell'oscurità per i loro traffici.
Giudizio ampiamente sufficiente per questo Faletti "in nero", con una menzione particolare per la rivelazione della vera identità di Bravo, una sorpresa assoluta.

brontolo ha detto...

Libro indubbiamente scorrevole e tutto sommato piacevole anche se non mi sento di condividere i giudizi entusiastici di alcuni.
Partita senza grossi entusiasmi, ho apprezzato la parte centrale del libro, quella più intrigante,dove viene svelata parte dell'"inghippo"
per poi trovare il finale un po' scontato nonostante il colpo di scena,indubbiamente inimmaginabile.
La sua scrittura è sempre piacevole, spesso ironica anche se qui ha indugiato molto su considerazioni "filosofiche" facendo ampio uso di similitudini e metafore.
Temevo peggio e speravo meglio.

Lorenzo ha detto...

Giorgio Faletti - "Appunti di un venditore di donne". Faletti è un fuoriclasse. Aldilà della storia con una trama "pazzesca" nella quale l'autore riesce a "prendere in giro" anche i suoi lettori più fedeli come il sottoscritto, facendogli credere tutto e il contrario di tutto e riuscendoli a sorprendere in qualsiasi momento, con colpi di scena a non finire; quello che ormai non stupisce più di Faletti è il suo saper trattare le parole così come Del Piero tratterebbe un pallone (l'accostamento è gradito a me come lo sarebbe a Giorgio). Ai livelli di "Io uccido" e "Io sono Dio". Capolavoro.

PENNYWISE ha detto...

Faletti mi ha stupito piacevolmente. Questo avvincente libro non ha niente a che fare con il thriller ma è un noir colmo di una disperazione che si può quasi toccare. Il protagonista mi è piaciuto tantissimo, anche se non è che abbia proprio le carte in regola per piacere...
Ambientato in posti che Faletti conosce benissimo e che fa rivivere alla perfezione, portandoci quasi fisicamente a viverci.
Tra mafia, brigate rosse e servizi segreti ci perdiamo in un labirinto di verita' e menzogne, di apparire e scomparire che a volte lasciano l'amaro in bocca e sempre ci stupiscono.
Grande noir, con un finale sorprendente. Mi è piaciuto davvero molto.

Yellow ha detto...

l'ultimo libro decente che ha fatto faletti è stato io uccido, ovvero il primo...tuttavia se è passato al noir credo proprio che una lettura se la merita considerando i commenti positivi...

Anonimo ha detto...

Leggendo i vari commenti mi sono "stupita" di come siamo tt molto diversi. Tutti hanno affermato che Io uccido è il capolavoro di Faletti. io l'ho trovato veramente orribile, ma ho amato molto un altro suo libro. Allora darò fiducia ancora a Giorgio e leggerò anche questo.( e poi mi sa che ri.leggero Io uccido)Claudia

Anonimo ha detto...

Pablo ha detto:
Ciao ragazzi, chiedo umilmente scusa per la mia assenza da thriller, sono stato rapito dagli alieni ma rieccomi qui.. ( nemmeno loro mi sopportavano) . Letto l'ultimo di Faletti, veramente un ottimo libro, molto noir, molto malavita milanese, trama decisamente intrigante e finale ben congeniato. Peccato per gli ultimi due capitoli " sudamericani " che avrei evitato e fanno molto "vissero felici e contenti" ... non se ne sentiva il bisogno !

Sam Stoner ha detto...

Non ho letto questo romanzo di Faletti dopo la delusione del primo romanzo. Quando mi si fa trovare un serial killer nel cesso del bunker sottorraneo all'interno di una villa superprotetta. E non si dice come abbia fatto a entrare e non si dice come fa ad uscire... be' mi viene la voglia di scrivere un romanzo di un serial killer che ammazza Obama. Lo metto nel cesso della stanza ovale e ho risolto tutti i problemi ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cronologia Post

Autori

Agatha Cristie (3) Alberto Custerlina (3) Alessandro Bastasi (9) Alessandro Berselli (1) Alessandro Perissinotto (2) Alessandro Vizzino (2) Alessandro Zanoni (2) Alfredo Colitto (16) Allan Guthrie (1) Andre Helena (5) Andrea Camilleri (7) Andrea G.Pinketts (3) Angela Capobianchi (4) Anne Holt (6) Anthony Neil Smith (2) Ariana Franklin (2) Arnaldur Indridason (3) Arne Dalh (2) Ballario Giorgio (2) Bill James (3) Bret Easton Ellis (2) Brian Freeman (9) Camilla Läckberg (7) Carin Gerhardsen (2) Carlo Luccarelli (3) Carolyn Graham (2) Charles Willeford (2) Charlotte Link (5) Chelsea Cain (3) Chiara Palazzolo (4) Ciro Auriemma (5) Claudio Paglieri (5) Cody McFadyen (1) Cormac McCarthy (2) Cornell Woolrich (1) Dan Simmons (3) Daniel Silva (5) Dean R. Koontz (3) Derek Raymond (4) Dominique Manotti (4) Don Winslow (12) Donald Westlake (2) Donato Carrisi (10) Douglas Preston e Lincoln Child (4) Ed McBain (2) Elisabetta Bucciarelli (6) Elizabeth George (1) Elmore Leonard (6) Eraldo Baldini (2) Fabrizio Canciani (2) Ferdinando Pastori (25) Francesca Battistella (10) Francesca Bertuzzi (3) Francesca Scotti (8) Francisco Gonzalez Ledesma (2) Frédéric H. Fajardie (2) Genna Giuseppe (1) George Simenon (5) George V. Higgins (3) Giampaolo Simi (2) Giancarlo De Cataldo (6) Giancarlo Narciso (8) Gianni Farinetti (1) Gianni Simoni (11) Gianpaolo Zarini (6) Giorgio Faletti (2) Giorgio Scerbanenco (11) Giuliano Pasini (8) Giuseppe Foderaro (3) Giuseppe Leto Barone (7) Greg Iles (4) Harlan Coben (1) Henning Mankell (1) Iain Pears (3) Ian McEwan (2) J. A. Konrath (1) James Ellroy (7) James M. Cain (2) James Patterson (14) James Rollins (6) Janet Evanovich (1) Jean Christophe Grangè (1) Jean Claude Izzo (1) Jean-Patrick Manchette (5) Jefferson Bass (2) Jeffery Deaver (10) Jerker Eriksson (3) Jim Nisbet (2) Jim Thompson (6) Jo Nesbø (12) Joe R. Lansdale (8) John Verdon (2) Jonathan Kellerman (3) Josè Carlos Somoza (3) Justin Cronin (2) Karin Slaughter (9) Ken Follet (2) Laura Costantini (3) Leo Malet (3) Leonard S. Goldberg (2) Linda Castillo (4) Linda La Plante (1) Linwood Barclay (2) Liza Marklund (3) Lorenza Ghinelli (5) Loriano Macchiavelli (5) Luca Filippi (4) Lucia Tilde Ingrosso (6) Luigi Romolo Carrino (4) Maj Sjöwall (1) Marco Bettini (2) Marco Buticchi (4) Marco Malvaldi (8) Marco Vichi (8) Marilù Oliva (6) Mario Mazzanti (9) Mary Higgins Clark (2) Massimo Lugli (5) Massimo Rainer (3) Matteo Righetto (1) Matteo Strukul (9) Maurizio De Giovanni (15) Mauro Marcialis (9) Michael Robotham (3) Micheal Connelly (7) Michele Giuttari (4) Omar di Monopoli (2) Paolo Grugni (5) Paolo Roversi (6) Patrick Fogli (9) Patrizia Mintz (6) Paul Harper (1) Petros Markarism (1) Philip Roth (1) Philippe Claudel (1) Philippe Djian (3) Piergiorgio Pulixi (18) Pierluigi Porazzi (6) Pierre Lemaitre (6) R.J Ellory (2) Remo Bassini (2) Riccardo Perissich (1) Richard Matheson (2) Roberto Costantini (6) Robin Cook (2) Rodolfo Wlash (1) Sabine Thiesler (3) Sam Durrel (3) Sam Neill (1) Sandrone Dazieri (3) Sara Bilotti (11) Sasha Naspini (3) Schätzing Frank (1) Seba&Fra (6) Sebastian Fitzek (5) Seth Grahame Smith (1) Shane Stevens (4) Simone Sarasso (5) Stefano Di Marino (34) Stelvio Mestrovich (4) Stephen King (11) Steve Berry (3) Stuart Macbride (4) Susanna Raule (3) Tersite Rossi (5) Tess Gerritsen (5) Tim Willocks (5) Ugo Barbàra (3) Ugo Moriano (2) Valerio Varesi (6) Victor Gischler (6) William Landay (2) Wulf Dorn (8)

Da non perdere

Da Evitare

NonSoloThriller

Interviste

Post più popolari

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.