venerdì, dicembre 30

Recensione de IL MARCHIO DEL DIAVOLO di Gleen Cooper

Il marchio del diavolo
Recensione a cura di Massimo Minimo:


Cos’hanno in comune l’imperatore Nerone, il vescovo Malachia ed il drammaturgo Christopher Marlowe? E’ uno dei tanti enigmi che deve risolvere suor Elisabetta, la protagonista del romanzo. Chiamata ad esaminare alcuni scheletri ritrovati nelle catacombe di San Callisto, la religiosa scopre un particolare inquietante che li caratterizza. Elisabetta ripiomba nell’incubo di qualche anno prima, quando un misterioso sicario aveva attentato alla sua vita riuscendo quasi nell’intento. Convinta che ci sia un nesso fra quel drammatico avvenimento e la recente scoperta, decide di indagare, aiutata anche dai membri della sua famiglia. Elisabetta porta così alla luce un diabolico piano che risale all’antichità e sta per vedere il suo compimento durante il conclave per l’elezione del nuovo pontefice.
L’azione del romanzo si svolge in diversi ambiti temporali. La Roma del I secolo d.C. è caratterizzata dalla figura di Nerone, descritto in tutta la sua crudeltà e turpitudine, dedito solo a realizzare i propri piaceri ed a perseguire i primi cristiani. Nell’Inghilterra che si avvia alla fine del 1500, Christopher Marlowe non è solo un apprezzato drammaturgo ma anche una spia al soldo della regina Elisabetta nella caccia ai papisti. Una copia rara del suo “Dottor Faust” sarà la chiave con cui suor Elisabetta, più di 400 anni dopo, svelerà l’identità dei Lemuri (che non sono le simpatiche scimmiette).
Nel complesso, la lettura de “Il marchio del diavolo” scorre rapidamente e l’intreccio è avvincente, pur non discostandosi di molto dai romanzi di genere. Il finale è forse un po’ scontato ma l’autore lascia aperta la porta per un possibile, anzi probabile seguito.



Voto 4/5

TRAMA: Dopo il successo della Biblioteca dei Morti, del Libro delle Anime e della Mappa del destino, un nuovo thriller ambientato nella Città Eterna, tra arcani misteri e oscure profezie.

Roma, 1139. Inquieto, un uomo alza gli occhi alla volta celeste. Seguendo le indicazioni dei suoi predecessori, è arrivato nella Città Eterna per assistere all’eclissi che mostrerà un allineamento astrale unico. All’ora stabilita, la luna a poco a poco si dissolve nell’oscurità, rivelando 112 stelle. È il segno che l’uomo aspettava: ancora 112 papi, poi, sulle rovine della Chiesa, sorgerà un nuovo mondo.
Roma, 2000. Incredula, una giovane archeologa fissa il cielo. Poche ore prima, il Vaticano le ha ordinato d’interrompere gli scavi nelle catacombe di San Callisto, mettendo così fine alla sua carriera accademica. E adesso lei giace sull’asfalto, in una pozza di sangue. Tuttavia, nell’istante in cui l’aggressore le ha conficcato il pugnale nel petto, Elisabetta ha notato un dettaglio agghiacciante. Un dettaglio impossibile da dimenticare.
Roma, oggi. Sconcertata, una suora studia i simboli astrologici tracciati sul muro. Ma quello non è il solo enigma custodito dall’antico colombario di San Callisto. Intorno a lei, infatti, ci sono decine di scheletri caratterizzati da un’anomalia inquietante: la stessa anomalia del sicario che, anni prima, aveva cercato di ucciderla. Decisa a far luce sul mistero, suor Elisabetta entra in possesso di un rarissimo esemplare del Dottor Faust di Marlowe e intuisce che quei versi sono il codice per svelare il cerchio diabolico che lega passato, presente e futuro. Perché il papa è morto, il conclave è alle porte e la profezia sta per compiersi...


Titolo Il marchio del diavolo
Autore Cooper Glenn
Prezzo di copertina € 19,60
Dati 2011, 512 p.
Editore Nord (collana Narrativa Nord)

Condividi



760x54_promo

3 Lascia un commento:

Affari Nostri ha detto...

I primi due già scaricati ma ancora da leggere, non sapeva dell'uscita di quest'ultimo libro che sicuramente vedrò di procurarmi....

brontolo ha detto...

Nota positiva del libro è che si fa leggere velocemente ,una scrittura lineare che non si perde in inutili descrizioni o lungaggini, per il resto però nulla di nuovo , anzi. La trama è abbastanza scontata e banalotta, riprende temi già ampiamente sfruttati , a cominciare dalla Profezia di Malachia.La storia è prevedibilissima, così come il ruolo e l'evoluzione dei vari personaggi e anche i vari salti temporali non sono particolarmente interessanti o coinvolgenti. Un libro che sa di già letto e riletto.Decisamente deludente.

PENNYWISE ha detto...

Sicuramente non è un capolavoro ma nel complesso piacevole da leggere.
Gli argomenti, come già detto, sono triti e ritriti ma esposti in modo abbastanza discreto.
Nessun patema, nessun sussulto sulla sedia ma la lettura è decisamente godibile.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cronologia Post

Autori

Agatha Cristie (3) Alberto Custerlina (3) Alessandro Bastasi (9) Alessandro Berselli (1) Alessandro Perissinotto (2) Alessandro Vizzino (2) Alessandro Zanoni (2) Alfredo Colitto (16) Allan Guthrie (1) Andre Helena (5) Andrea Camilleri (7) Andrea G.Pinketts (3) Angela Capobianchi (4) Anne Holt (6) Anthony Neil Smith (2) Ariana Franklin (2) Arnaldur Indridason (3) Arne Dalh (2) Ballario Giorgio (2) Bill James (3) Bret Easton Ellis (2) Brian Freeman (9) Camilla Läckberg (7) Carin Gerhardsen (2) Carlo Luccarelli (3) Carolyn Graham (2) Charles Willeford (2) Charlotte Link (5) Chelsea Cain (3) Chiara Palazzolo (4) Ciro Auriemma (5) Claudio Paglieri (5) Cody McFadyen (1) Cormac McCarthy (2) Cornell Woolrich (1) Dan Simmons (3) Daniel Silva (5) Dean R. Koontz (3) Derek Raymond (4) Dominique Manotti (4) Don Winslow (12) Donald Westlake (2) Donato Carrisi (10) Douglas Preston e Lincoln Child (4) Ed McBain (2) Elisabetta Bucciarelli (6) Elizabeth George (1) Elmore Leonard (6) Eraldo Baldini (2) Fabrizio Canciani (2) Ferdinando Pastori (25) Francesca Battistella (10) Francesca Bertuzzi (3) Francesca Scotti (8) Francisco Gonzalez Ledesma (2) Frédéric H. Fajardie (2) Genna Giuseppe (1) George Simenon (5) George V. Higgins (3) Giampaolo Simi (2) Giancarlo De Cataldo (6) Giancarlo Narciso (8) Gianni Farinetti (1) Gianni Simoni (11) Gianpaolo Zarini (6) Giorgio Faletti (2) Giorgio Scerbanenco (11) Giuliano Pasini (8) Giuseppe Foderaro (3) Giuseppe Leto Barone (7) Greg Iles (4) Harlan Coben (1) Henning Mankell (1) Iain Pears (3) Ian McEwan (2) J. A. Konrath (1) James Ellroy (7) James M. Cain (2) James Patterson (14) James Rollins (6) Janet Evanovich (1) Jean Christophe Grangè (1) Jean Claude Izzo (1) Jean-Patrick Manchette (5) Jefferson Bass (2) Jeffery Deaver (10) Jerker Eriksson (3) Jim Nisbet (2) Jim Thompson (6) Jo Nesbø (12) Joe R. Lansdale (8) John Verdon (2) Jonathan Kellerman (3) Josè Carlos Somoza (3) Justin Cronin (2) Karin Slaughter (9) Ken Follet (2) Laura Costantini (3) Leo Malet (3) Leonard S. Goldberg (2) Linda Castillo (4) Linda La Plante (1) Linwood Barclay (2) Liza Marklund (3) Lorenza Ghinelli (5) Loriano Macchiavelli (5) Luca Filippi (4) Lucia Tilde Ingrosso (6) Luigi Romolo Carrino (4) Maj Sjöwall (1) Marco Bettini (2) Marco Buticchi (4) Marco Malvaldi (8) Marco Vichi (8) Marilù Oliva (6) Mario Mazzanti (9) Mary Higgins Clark (2) Massimo Lugli (5) Massimo Rainer (3) Matteo Righetto (1) Matteo Strukul (9) Maurizio De Giovanni (15) Mauro Marcialis (9) Michael Robotham (3) Micheal Connelly (7) Michele Giuttari (4) Omar di Monopoli (2) Paolo Grugni (5) Paolo Roversi (6) Patrick Fogli (9) Patrizia Mintz (6) Paul Harper (1) Petros Markarism (1) Philip Roth (1) Philippe Claudel (1) Philippe Djian (3) Piergiorgio Pulixi (18) Pierluigi Porazzi (6) Pierre Lemaitre (6) R.J Ellory (2) Remo Bassini (2) Riccardo Perissich (1) Richard Matheson (2) Roberto Costantini (6) Robin Cook (2) Rodolfo Wlash (1) Sabine Thiesler (3) Sam Durrel (3) Sam Neill (1) Sandrone Dazieri (3) Sara Bilotti (11) Sasha Naspini (3) Schätzing Frank (1) Seba&Fra (6) Sebastian Fitzek (5) Seth Grahame Smith (1) Shane Stevens (4) Simone Sarasso (5) Stefano Di Marino (34) Stelvio Mestrovich (4) Stephen King (11) Steve Berry (3) Stuart Macbride (4) Susanna Raule (3) Tersite Rossi (5) Tess Gerritsen (5) Tim Willocks (5) Ugo Barbàra (3) Ugo Moriano (2) Valerio Varesi (6) Victor Gischler (6) William Landay (2) Wulf Dorn (8)

Da non perdere

Da Evitare

NonSoloThriller

Interviste

Post più popolari

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.