sabato, dicembre 18

Intervista a Don Winslow



Intervista a Don Winslow

Ho un piacere immenso per pubblicare questa intervista, Winslow è lo scrittore che preferisco, "Il potere del Cane" è il libro noir che sta nella vetta della mia classifica personale.
Qui i ringraziamenti li faccio subito, perchè se questa intervista si è potuta fare è grazie al nostro amico Alfredo Colitto, traduttore dell'ultimo libro di Don, "La lingua del fuoco". 
Poi ringrazio ancora Alfredo Colitto, Pierluigi Porazzi, Patrizia Seghezzi, Cristina Aicardi, per il fondamentale aiuto alla stesura delle domande e alla perfetta traduzione! Grazie mille a tutti!


Don Winslow (New York, 1953) è uno scrittore statunitense. Viene considerato come uno degli autori più rappresentativi del poliziesco americano contemporaneo .
È l'autore, tra gli altri, dei libri L'inverno di Frankie Machine e Il potere del cane, entrambi editi in Italia da
Einaudi (collana Stile libero), rispettivamente nel 2008 e nel 2009. Scrittore e regista teatrale e televisivo, nonché diverse volte attore e guida di safari, Winslow è stato anche un investigatore privato e consulente di studi legali ed assicurazioni. Vive in California, aSan Diego, località in cui sono ambientati diversi suoi romanzi. Ha esordito con il romanzo A Cool Breeze on the Underground, ancora inedito in Italia. Da The Death and Life of Bobby Z è stato tratto nel 2007 il film omonimo (uscito in Italia come Bobby Z, il signore della droga), diretto da John Herzfeld e interpretato da Laurence Fishburne. I diritti de L'inverno di Frankie Machine sono stati acquistati da Robert de Niro che ne trarrà un film, impersonandone il protagonista



Thriller
Ne “L’inverno di Frankie Machine” e “Il potere del cane”, diversamente dalla maggior parte dei tuoi colleghi scrittori, utilizzi il presente invece del passato remoto. Puoi spiegarci il perché di questa scelta stilistica? 


Don Winslow:
In realtà, ho scritto la maggior parte dei miei ultimi sei libri al presente. Mi sembra più fresco, come se la storia si dispiegasse davanti a me e al lettore momento per momento, mentre accade. Non sto dicendo però che sia la scelta giusta per ogni pezzo narrativo.

Thriller:
Tu sei un ex investigatore, e consulente di assicurazioni. Ti risulta facile, quindi, effettuare le ricerche che ti servono per scrivere i tuoi romanzi?


Don Winslow:
In realtà no. Quei lavori, forse, mi hanno reso un ricercatore e un intervistatore più bravo. E forse hanno affilato la mia capacità di osservare e ricordare i particolari, ma la ricerca è sempre ricerca.

Thriller:
“L’inverno di Frankie Machine” è stato acquistato da Robert De Niro per una futura produzione cinematografica: sarai coinvolto nella sceneggiatura o preferiresti che la scrivesse qualcun altro? 


Don Winslow:
No, non sono coinvolto nella sceneggiatura.

Thriller:
Quando leggevo il titolo “Il potere del cane” il libro non mi ispirava molto, perchè non ne sapevo il significato, che ho appreso facendo delle ricerche.
Puoi spiegare il significato anche ai nostri amici lettori del blog?


Don Winslow:
Molti hanno avuto quella reazione, il significato è piuttosto oscuro. Di fatto, ho dovuto consultare un certo numero di ecclesiastici, prima di trovare qualcuno in grado di spiegarmene il significato. Nel Vecchio Testamento, “il potere del cane” si riferisce alla capacità e alla volontà dei ricchi e potenti di opprimere i poveri e quelli che non hanno potere.

Thriller:
“Il potere del cane” è un romanzo di denuncia, sia del traffico di droga che della connivenza del governo statunitense con alcuni trafficanti e dittatori. È tutto documentato e reale o c’è qualche invenzione di fantasia?


Don Winslow:
Tristemente, nello scrivere questo libro la mia immaginazione ha avuto un ruolo molto limitato. E’ tutto fin troppo reale.

Thriller:
Nel libro Il potere del cane tutti tradiscono tutti, c'e' una sorta di cupa disperazione che lo pervade dall'inizio alla fine, e' un tuo modo di vedere anche la vita reale?


Don Winslow:
All’epoca in cui ho scritto il libro, probabilmente sì. Un terzo della mia città era stato distrutto da un catastrofico incendio, e avevo l’impressione di non potermi fidare neppure della natura intorno a me. Ma non si tratta tanto di me, quanto dei fatti. La triste verità è che quando hai a che fare con l’immensa quantità di denaro e potere che circola nel mondo della droga e della politica, il tradimento è sempre un fattore reale. L’umanità non è la mia specie preferita. Gli elefanti e i cani hanno una lealtà innata maggiore.

Thriller:
Il noir e la letteratura di genere sono, in questi anni, tra gli strumenti prediletti dagli scrittori per denunciare e criticare la realtà, spesso più dei romanzi mainstream. Come mai, secondo te?


Don Winslow:
Il genere si è evoluto e si trova nella posizione perfetta per osservare il comportamento sociale in circostanze estreme. Noi abbiamo sempre scritto del substrato della società, del suo ventre molle, e lo conosciamo meglio di altri tipi di scrittori. Ora che la società è più incline a osservare la corruzione, si rivolge a scrittori del nostro genere. Credo anche che ormai ci siamo evoluti al di là di una semplice “trama”. Vogliamo raccontare belle storie, certo, ma il “perché” ci interessa al pari del “cosa”.

Thriller:
L’arte e la vita: è possibile scinderle? Può esistere, a tuo parere, un artista che produca opere sublimi ma che nella vita sia un uomo piccolo e misero?


Don Winslow:
Non credo che l’arte e la morale abbiano molto a che fare tra loro. Conosco ottimi scrittori che sono anche persone meravigliose, e conosco anche esempi del contrario. Direi però che l’empatia è una qualità necessaria per un modo di scrivere davvero buono, e che i migliori scrittori provano empatia per le altre creature.

Thriller:
Come e perché hai iniziato a scrivere? Quali sono stati i tuoi autori di riferimento e quali i tuoi colleghi contemporanei che stimi maggiormente?


Don Winslow:
Scrivo da quando avevo sei anni. Il “perché” probabilmente sarebbe troppo lungo da spiegare in questa intervista, e in ogni modo non sono sicuro di conoscere la risposta. Credo che alcune persone nascano con il talento e il desiderio di raccontare storie, proprio come altre nascono con un talento per l’atletica, per gli affari o per il canto. Io voglio semplicemente narrare storie in forma scritta. A volte penso che sia una specie di droga.
In quanto agli autori che mi ispirano, sono moltissimi: Shakespeare, Cervantes, Tolstoj, Elliot.... Nel mio genere letterario, Ellroy, Parker, Chandler, Macdonald, Leonard, Crumley, Willeford, Thompson… e molti altri bravissimi scrittori. Ultimamente ho letto Jim Harrison. Roba davvero ottima.

Thriller:
una costante dei tuoi libri è il Surf, che rapporto hai con questo sport?


Don Winslow:
La mia aspirazione è quella di diventare un surfista mediocre. È solo un divertimento, un bel modo di fare esercizio fisico in posti piacevoli. E l’oceano è come un buon romanzo noir: vedi una cosa in superficie, ma sotto sta succedendo qualcosa di diverso.

Thriller:
Infine, ti ringrazio moltissimo per la disponibilità, per me “Potere del cane” è stato il miglior libro che ho letto quest'anno, e lo consiglio a chiunque voglia leggere un'ottimo noir, e per me averti come ospite al blog è elettrizzante!! 


Don Winslow:
Oh, sono io che ringrazio. Lo apprezzo molto!

1 Lascia un commento:

PENNYWISE ha detto...

UN'ALTRA SPLENDIDA INTERVISTA. COMPLIMENTI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cronologia Post

Autori

Agatha Cristie (3) Alberto Custerlina (3) Alessandro Bastasi (9) Alessandro Berselli (1) Alessandro Perissinotto (2) Alessandro Vizzino (2) Alessandro Zanoni (2) Alfredo Colitto (16) Allan Guthrie (1) Andre Helena (5) Andrea Camilleri (7) Andrea G.Pinketts (3) Angela Capobianchi (4) Anne Holt (6) Anthony Neil Smith (2) Ariana Franklin (2) Arnaldur Indridason (3) Arne Dalh (2) Ballario Giorgio (2) Bill James (3) Bret Easton Ellis (2) Brian Freeman (9) Camilla Läckberg (7) Carin Gerhardsen (2) Carlo Luccarelli (3) Carolyn Graham (2) Charles Willeford (2) Charlotte Link (5) Chelsea Cain (3) Chiara Palazzolo (4) Ciro Auriemma (5) Claudio Paglieri (5) Cody McFadyen (1) Cormac McCarthy (2) Cornell Woolrich (1) Dan Simmons (3) Daniel Silva (5) Dean R. Koontz (3) Derek Raymond (4) Dominique Manotti (4) Don Winslow (12) Donald Westlake (2) Donato Carrisi (10) Douglas Preston e Lincoln Child (4) Ed McBain (2) Elisabetta Bucciarelli (6) Elizabeth George (1) Elmore Leonard (6) Eraldo Baldini (2) Fabrizio Canciani (2) Ferdinando Pastori (25) Francesca Battistella (10) Francesca Bertuzzi (3) Francesca Scotti (8) Francisco Gonzalez Ledesma (2) Frédéric H. Fajardie (2) Genna Giuseppe (1) George Simenon (5) George V. Higgins (3) Giampaolo Simi (2) Giancarlo De Cataldo (6) Giancarlo Narciso (8) Gianni Farinetti (1) Gianni Simoni (11) Gianpaolo Zarini (6) Giorgio Faletti (2) Giorgio Scerbanenco (11) Giuliano Pasini (8) Giuseppe Foderaro (3) Giuseppe Leto Barone (7) Greg Iles (4) Harlan Coben (1) Henning Mankell (1) Iain Pears (3) Ian McEwan (2) J. A. Konrath (1) James Ellroy (7) James M. Cain (2) James Patterson (14) James Rollins (6) Janet Evanovich (1) Jean Christophe Grangè (1) Jean Claude Izzo (1) Jean-Patrick Manchette (5) Jefferson Bass (2) Jeffery Deaver (10) Jerker Eriksson (3) Jim Nisbet (2) Jim Thompson (6) Jo Nesbø (12) Joe R. Lansdale (8) John Verdon (2) Jonathan Kellerman (3) Josè Carlos Somoza (3) Justin Cronin (2) Karin Slaughter (9) Ken Follet (2) Laura Costantini (3) Leo Malet (3) Leonard S. Goldberg (2) Linda Castillo (4) Linda La Plante (1) Linwood Barclay (2) Liza Marklund (3) Lorenza Ghinelli (5) Loriano Macchiavelli (5) Luca Filippi (4) Lucia Tilde Ingrosso (6) Luigi Romolo Carrino (4) Maj Sjöwall (1) Marco Bettini (2) Marco Buticchi (4) Marco Malvaldi (8) Marco Vichi (8) Marilù Oliva (6) Mario Mazzanti (9) Mary Higgins Clark (2) Massimo Lugli (5) Massimo Rainer (3) Matteo Righetto (1) Matteo Strukul (9) Maurizio De Giovanni (15) Mauro Marcialis (9) Michael Robotham (3) Micheal Connelly (7) Michele Giuttari (4) Omar di Monopoli (2) Paolo Grugni (5) Paolo Roversi (6) Patrick Fogli (9) Patrizia Mintz (6) Paul Harper (1) Petros Markarism (1) Philip Roth (1) Philippe Claudel (1) Philippe Djian (3) Piergiorgio Pulixi (18) Pierluigi Porazzi (6) Pierre Lemaitre (6) R.J Ellory (2) Remo Bassini (2) Riccardo Perissich (1) Richard Matheson (2) Roberto Costantini (6) Robin Cook (2) Rodolfo Wlash (1) Sabine Thiesler (3) Sam Durrel (3) Sam Neill (1) Sandrone Dazieri (3) Sara Bilotti (11) Sasha Naspini (3) Schätzing Frank (1) Seba&Fra (6) Sebastian Fitzek (5) Seth Grahame Smith (1) Shane Stevens (4) Simone Sarasso (5) Stefano Di Marino (34) Stelvio Mestrovich (4) Stephen King (11) Steve Berry (3) Stuart Macbride (4) Susanna Raule (3) Tersite Rossi (5) Tess Gerritsen (5) Tim Willocks (5) Ugo Barbàra (3) Ugo Moriano (2) Valerio Varesi (6) Victor Gischler (6) William Landay (2) Wulf Dorn (8)

Da non perdere

Da Evitare

NonSoloThriller

Interviste

Post più popolari

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.