venerdì, febbraio 25

Diana Lama intervistata da Serenella Fidelibus

Diana Lama, napoletana, è medico, ed è specializzata in Chirurgia del Cuore e Grossi Vasi. Professore universitario, ecocardiografista, nonché titolare dell’insegnamento di Epidemiologia Geriatria alla Seconda Università di Napoli dove lavora. Probabilmente è la maggiore collezionista di genere nella sua città, ed è affetta da incontenibile e insaziabile passione per i gialli fin dall’infanzia. E’ tradotta in Francia, Germania, Russia, Canada, USA.







Ha vinto il Premio Alberto Tedeschi nel 1995 e il Premio Serravalle Noir nel 2008.
E’ altresì pubblicata su thriller Magazine, Horror Magazine e altri magazine on-line.
Nel 2008 ha vinto il Premio Serravalle Noir 2008.
Nel 2009 è stata membro della giuria del concorso letterario Lama & Trama, sezione Racconto di Maniago. E’ citata in Tutti i colori del giallo di Luca Crovi, Marsilio Editore, e c’è una voce intitolata al suo nome ne Il Dizionario Atipico del Giallo di Maurizio Testa, Editore Cooper. E’ stata oggetto di una Tesi di Laurea in Letteratura Italiana presso l’Università degli studi di Salerno dal titolo: “Il giallo di Diana Lama”. In passato è stata coautrice di una sceneggiatura da cui è stato realizzato un cortometraggio per l’Alto Comitato per i Trapianti, e un fotoromanzo pubblicato a puntate su Il Mattino di Napoli, (LA MORTE NON ESISTE 2005) E’ stata coautrice di uno spettacolo teatrale (NERO DI NOTTE 2003). Nel 1995 ha vinto il Premio Alberto Tedeschi per il Giallo Mondadori con ROSSI COME LEI (GM 2445), scritto in coppia con Vincenzo de Falco, con cui ha pubblicato anche NELL’OMBRA. Entrambi questi libri sono editi in Germania dall’editore Fischer-Scherz-Verlag. E’ stata socio fondatore de Il Pozzo e il Pendolo–La Galleria del Giallo e del Mistero e di Brividea. E’ socio fondatore e vice-presidente di Napolinoir. E’ l’organizzatore di Parole in Giallo, un premio di narrativa gialla per ragazzi di tutti i livelli scolastici che è alla terza edizione. E’ il manager della Vesuvius Heart Band, un’orchestra di bambini di dieci anni, trombe, flicorno tenore, flauti, clarinetti, sax e percussioni, dedicata alla beneficenza. Vive con un marito, tre figlie bambine, una signora cingalese che è il capo di casa, un coniglio maschio e vedovo che si chiama Ginger, un Pappagallo e il cagnolino Smarties, ultimo ma non ultimo.



Cari amici Thrilleristi, questa è la volta di Serenella Fidelibus che intervista Diana Lama sul libro "Solo tra ragazze". Parto col ringraziare entrambe per l'intervista e la disponibilità.





Serenella
Ho letto “Solo tra ragazze” in poco più di un giorno e non mi capita spesso. Confesso che mi sono un po’ immedesimata nella situazione da lei descritta perché i miei anni di liceo non li ricordo del tutto positivi, soprattutto per quanto riguarda alcune compagne di classe a cui avrei voluto tirare il collo ben volentieri. Ma naturalmente non l’ho fatto…
Come ha deciso la trama del suo libro?

DianaGrazie Serenella, sono molto contenta che il libro ti sia piaciuto. Per favore diamoci del tu. Rispondo di seguito alle tue domande, molto stimolanti.
In effetti quando ho deciso di scrivere questa storia sentivo l’esigenza di raccontare il mondo femminile dall’interno. Penso che solo tra noi donne sia possibile una simile commistura di affetti, amare e odiare allo stesso tempo la propria amica del cuore, provare gelosia, invidia e allo stesso tempo desiderio di protezione e slanci generosi. Le nostre sono relazioni complicate, ma proprio per questo molto più ricche di quelle che si sviluppano nell’universo maschile, dove, se ci si piace, si gioca a calcetto insieme, si beve una birra al bar, ci si scambia ricette su come si cucina il pesce, informazioni sulla borsa o su alberghetti discreti e poco altro (scherzo, ovviamente, ma non troppo

Serenella
Lei descrive molto bene il carattere delle sue protagoniste, donne più o meno ben affermate nel lavoro o nella famiglia, colte, autonome ma comunque scontente, avvilite per un sogno che non si è tradotto in realtà, invidiose, a volte meschine, con rancori repressi, manie inconfessabili. Donne che anche nell’amicizia sono competitive, egoiste, prive di reali e nobili sentimenti. Donne che sulla soglia dei quarant’anni fanno il bilancio della loro esistenza e sentono di non essersi pienamente realizzate o di non avere più sicurezze. E’ questa la donna di oggi?

Diana
Credo che le mie ragazze siano uno specchio abbastanza fedele delle donne adulte odierne, donne reali, con meschinità, repressioni ma anche slanci di affetto e ingenuità da adolescenti. Viviamo in un mondo estremamente competitivo, e fin da giovanissime ci è stato insegnato a reprimere certi lati femminili del carattere per potenziare invece le doti di aggressività, le capacità di raggiungere il successo, farci valere e affermarsi in un universo in cui il potere è ancora prevalentemente di appannaggio maschile. In quest’ottica anche impostare una famiglia e procreare dei figli diventa un obiettivo da conquistare e il paradigma di un modello di successo da raggiungere. Poi dopo i quaranta, fatto tutto quello che c’era da fare e anche qualcosa in più, le donne si ritrovano davanti allo specchio a confrontarsi finalmente solo con se stesse e non con le aspettative indotte dall’esterno. E allora c’è spazio per un viaggio all’interno, e anche per l’accettazione, con pregi e difetti finalmente veri.

Serenella
Il tuo è un romanzo tutto al femminile e a dire la verità come le donne anche gli uomini, che appaiono in sottofondo, quasi dietro un vetro smerigliato, ne escono un po’ malconci: infedeli, assenti, scontati…

Diana
Nel mio romanzo gli uomini, quando ci sono, sono unicamente raccontati dalle donne, visti attraverso i loro occhi come attraverso una lente deformante, vagheggiati, rimpianti, odiati o infamati. Non è l’uomo reale, ma l’uomo oggetto del desiderio della donna, e sfuggente come sempre. Io penso che la vera complicità, come pure il vero odio, possa esistere solo da donna a donna, cioè tra due esseri della stessa razza.

Serenella
Mi ha colpito molto la descrizione della villa, pare viva, che respiri, che abbia occhi e che silenziosa osservi, che anch’essa sia protagonista insieme all’assassino, depositaria del suo rancore che sfocia in odio mortale. Una casa che pur con i suoi preziosi arredi, la bella ambientazione e la serena atmosfera custodisce un antico e tremendo segreto. Come le protagoniste che accoglie è solare fuori ma “buia” dentro. Possiamo considerarla l’ottava invitata alla rimpatriata?

Diana
Villa Camerelle è sicuramente l’ottavo personaggio, ed è di sesso femminile anch’essa. Contiene le mie ragazze, le intrappola, le affascina e le custodisce, ed è depositaria di tanti segreti, cui si aggiungeranno anche i loro. Mentre scrivevo il libro non me ne sono accorta, ma dopo ho capito che la casa sono in parte anche io, il deus ex machina che metabolizza e digerisce il destino di queste donne.
Grazie ancora per le tue domande molto interessanti, e per la bella recensionea presto, Diana.


I romanzi di Diana Lama:
Pubblicato in Russia nel 2008 dalla casa editrice Mir Knigi
Pubblicato in Francia nel 2009: HUIS CLOS EN TOSCANE dalla casa editrice La Table Ronde, in Quebec nel 2009 da Expression Noire, e con Le Club nel 2009.
LA SIRENA SOTTO LE ALGHE (Piemme 2008) sarà pubblicato in Germania nel 2010 dalla casa editrice Aufbau che ha acquistato anche il suo ultimo romanzo ancora in bozze, IL CIRCO DELLE MARAVIGLIE.
Suoi racconti sono presenti in varie prestigiose antologie tra cui:
NON TOCCATECI IL PRESEPE in Killers & Co, Sonzogno 2003
LO STRUMMOLO CON LA TIRITEPPOLA in Fez, Struzzi & Manganelli, Sonzogno 2005
PRELUDIO A UN MASSACRO DI INIZIO D’ANNO in Il ritorno del Duca, Garzanti 2007
THE BEST PART in Beacons’ Number 10 2007
L’ULTIMO SEGRETO in History & Mystery, Piemme 2008
COME UN ANGELO in Anime Nere Reloaded, Mondadori 2008, ristampa in SuperGiallo Mondadori 2009
IL SANGUE NON E’ ACQUA in Uccidere per sport, Todaro 2008
LE FINESTRE SUL CORTILE in L’ombra del sospetto, Marco Del Bucchia Editore 2009
MORTE OCCASIONALE in Crimini di piombo, Laurum Editore 2009
PER DUE VOCI SOLE in Alle signore piace il nero, Sperling & Kupfer 2009
IN PROSPETTIVA ne Il Giallo Mondadori n° 2998 del 18/02/2010
SAPORE DI SANGUE in Lama e Trama Narrazioni in punta di coltello Perdisa 2010
OGNI COSA A SUO MODO in Seven, Piemme 2010
UNA VITA SPERICOLATA in Eros & Thanatos SuperGiallo Mondadori 2010
Altri racconti sono stati editati negli ultimi anni su giornali e riviste come:
GIUDITTA OLOFERNE E IL SIMBOLISMO, IN GIRO PER LA CITTA’, CAMBIO LAVORO tutti su Il Mattino di Napoli
MAMMA MI UCCIDERA’ su: Il Secolo XIX
IL SEGRETO DI UNA FELICE COABITAZIONE e CAPPUCCETTO ROSSO & HANNIBAL LECTER su M la rivista del Mistero
REGALI DA VIAGGIO Editore Felici allegato a La Nazione


0 Lascia un commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cronologia Post

Autori

Agatha Cristie (3) Alberto Custerlina (3) Alessandro Bastasi (9) Alessandro Berselli (1) Alessandro Perissinotto (2) Alessandro Vizzino (2) Alessandro Zanoni (2) Alfredo Colitto (16) Allan Guthrie (1) Andre Helena (5) Andrea Camilleri (7) Andrea G.Pinketts (3) Angela Capobianchi (4) Anne Holt (6) Anthony Neil Smith (2) Ariana Franklin (2) Arnaldur Indridason (3) Arne Dalh (2) Ballario Giorgio (2) Bill James (3) Bret Easton Ellis (2) Brian Freeman (9) Camilla Läckberg (7) Carin Gerhardsen (2) Carlo Luccarelli (3) Carolyn Graham (2) Charles Willeford (2) Charlotte Link (5) Chelsea Cain (3) Chiara Palazzolo (4) Ciro Auriemma (5) Claudio Paglieri (5) Cody McFadyen (1) Cormac McCarthy (2) Cornell Woolrich (1) Dan Simmons (3) Daniel Silva (5) Dean R. Koontz (3) Derek Raymond (4) Dominique Manotti (4) Don Winslow (12) Donald Westlake (2) Donato Carrisi (10) Douglas Preston e Lincoln Child (4) Ed McBain (2) Elisabetta Bucciarelli (6) Elizabeth George (1) Elmore Leonard (6) Eraldo Baldini (2) Fabrizio Canciani (2) Ferdinando Pastori (25) Francesca Battistella (10) Francesca Bertuzzi (3) Francesca Scotti (8) Francisco Gonzalez Ledesma (2) Frédéric H. Fajardie (2) Genna Giuseppe (1) George Simenon (5) George V. Higgins (3) Giampaolo Simi (2) Giancarlo De Cataldo (6) Giancarlo Narciso (8) Gianni Farinetti (1) Gianni Simoni (11) Gianpaolo Zarini (6) Giorgio Faletti (2) Giorgio Scerbanenco (11) Giuliano Pasini (8) Giuseppe Foderaro (3) Giuseppe Leto Barone (7) Greg Iles (4) Harlan Coben (1) Henning Mankell (1) Iain Pears (3) Ian McEwan (2) J. A. Konrath (1) James Ellroy (7) James M. Cain (2) James Patterson (14) James Rollins (6) Janet Evanovich (1) Jean Christophe Grangè (1) Jean Claude Izzo (1) Jean-Patrick Manchette (5) Jefferson Bass (2) Jeffery Deaver (10) Jerker Eriksson (3) Jim Nisbet (2) Jim Thompson (6) Jo Nesbø (12) Joe R. Lansdale (8) John Verdon (2) Jonathan Kellerman (3) Josè Carlos Somoza (3) Justin Cronin (2) Karin Slaughter (9) Ken Follet (2) Laura Costantini (3) Leo Malet (3) Leonard S. Goldberg (2) Linda Castillo (4) Linda La Plante (1) Linwood Barclay (2) Liza Marklund (3) Lorenza Ghinelli (5) Loriano Macchiavelli (5) Luca Filippi (4) Lucia Tilde Ingrosso (6) Luigi Romolo Carrino (4) Maj Sjöwall (1) Marco Bettini (2) Marco Buticchi (4) Marco Malvaldi (8) Marco Vichi (8) Marilù Oliva (6) Mario Mazzanti (9) Mary Higgins Clark (2) Massimo Lugli (5) Massimo Rainer (3) Matteo Righetto (1) Matteo Strukul (9) Maurizio De Giovanni (15) Mauro Marcialis (9) Michael Robotham (3) Micheal Connelly (7) Michele Giuttari (4) Omar di Monopoli (2) Paolo Grugni (5) Paolo Roversi (6) Patrick Fogli (9) Patrizia Mintz (6) Paul Harper (1) Petros Markarism (1) Philip Roth (1) Philippe Claudel (1) Philippe Djian (3) Piergiorgio Pulixi (18) Pierluigi Porazzi (6) Pierre Lemaitre (6) R.J Ellory (2) Remo Bassini (2) Riccardo Perissich (1) Richard Matheson (2) Roberto Costantini (6) Robin Cook (2) Rodolfo Wlash (1) Sabine Thiesler (3) Sam Durrel (3) Sam Neill (1) Sandrone Dazieri (3) Sara Bilotti (11) Sasha Naspini (3) Schätzing Frank (1) Seba&Fra (6) Sebastian Fitzek (5) Seth Grahame Smith (1) Shane Stevens (4) Simone Sarasso (5) Stefano Di Marino (34) Stelvio Mestrovich (4) Stephen King (11) Steve Berry (3) Stuart Macbride (4) Susanna Raule (3) Tersite Rossi (5) Tess Gerritsen (5) Tim Willocks (5) Ugo Barbàra (3) Ugo Moriano (2) Valerio Varesi (6) Victor Gischler (6) William Landay (2) Wulf Dorn (8)

Da non perdere

Da Evitare

NonSoloThriller

Interviste

Post più popolari

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.