lunedì, novembre 12

Recensione ALLE RADICI DEL MALE di Roberto Costantini

Cosa ha spinto il commissario Balistreri a diventare quello che è, ovvero un uomo cinico, disilluso e dedito a parecchi vizi? In questo secondo romanzo, sorta di prequel di “Tu sei il male”, l’autore ci guida attraverso la giovinezza del protagonista, costellata da tanti eventi drammatici che l’hanno segnato per sempre. Nella Libia dei primi anni ‘60, Michele Balistreri è un ragazzino ribelle che con tre amici sigla un patto di sangue destinato a durare a lungo. Almeno fino al 1969 quando Gheddafi, con l’appoggio di alcuni personaggi insospettabili, prende il potere e decide di cacciare dal suo paese tutti gli Italiani, confiscandone i beni. Per Michele la fuga è una scelta obbligata, anche perché un gesto estremo ha spazzato via ogni legame con la famiglia. Lo ritroviamo a Roma nel 1982 in veste di commissario, costretto, suo malgrado, ad indagare sull’omicidio di una studentessa argentina. Balistreri scopre alcune analogie con due delitti avvenuti in Libia che ancora lo tormentano e non gli permettono di chiudere i conti con il passato. Braccato dalla criminalità organizzata ed ostacolato dai poteri forti, il commissario trova l’inaspettato aiuto di una ragazza disposta a tutto pur di vendicare la morte di un’amica.
Come il precedente libro dell’autore, anche questo si legge d’un fiato, nonostante la mole corposa. La prima parte è un grande affresco della Libia postcoloniale, in cui gli Italiani la fanno da padroni. Fra questi l’ingegner Balistreri che, per il proprio tornaconto personale, non esita ad appoggiare Gheddafi e tradire i connazionali residenti nel paese africano. Questo gesto, insieme ad un altro tradimento di carattere più personale, porterà Michele ad un conflitto insanabile con il padre e li farà ritrovare faccia a faccia, anni dopo, per la resa dei conti. La soluzione del mistero che più sta a cuore al protagonista non è, però, del tutto svelata; ulteriore motivo per attendere con ansia il volume conclusivo della trilogia.

Recensione a cura di Massimo Minimo


Dopo "Tu sei il male" ritorna Roberto Costantini, col secondo libro "Alle radici del male"
TRAMA: Tripoli, anni Sessanta. Quella dell’irrequieto e ribelle Mike Balistreri è un’adolescenza tumultuosa come il ghibli che spazza il deserto. Sullo sfondo di una Libia postcoloniale, preda degli interessi dell’Occidente per i suoi giacimenti petroliferi, gli anni giovanili di Mike sono segnati dalle morti irrisolte della madre Italia e della piccola Nadia, da due amori impossibili, uno intessuto di purezza e uno intriso di desiderio e di rabbia, dal coinvolgimento in un complotto contro Gheddafi, e da un patto di sangue che inciderà a fondo sia la pelle che l'anima a lui e ai suoi tre migliori amici. Roma, settembre 1982. Reduce dall’esito catastrofico del caso Sordi, il giovane commissario Balistreri di notte si stordisce con il sesso, l'alcol e il poker e di giorno indaga svogliatamente sulla morte di Anita, una studentessa sudamericana assassinata subito dopo il suo arrivo nella Capitale. Per gratitudine verso chi gli ha salvato la carriera, è anche costretto a vegliare sulla scapestrata Claudia Teodori, che agli albori della televisione commerciale sembra lanciata verso una luminosa carriera di starlette. Ma Nadia, Anita e Claudia sono legate da un filo invisibile, seguendo il quale Michele Balistreri sarà costretto a calarsi nelle zone più buie del suo passato, quei giorni "di sabbia e di sangue" con cui non ha mai chiuso del tutto i conti, in un cammino lungo il quale l’amore, l’amicizia, i sogni e gli ideali si scontrano con la ricerca di verità dolorose, nell’impossibilità costante di distinguere chi tradisce da chi è tradito. Alla fine sarà una ragazza, incompresa e coraggiosa, a condurlo per mano fino alle radici del Male.

Intervista a Roberto Costantini

Titolo Alle radici del male
Autore Costantini Roberto
Prezzo di copertina € 19,50
Su Amazon €14,63 
Dati 2012, 702 p., rilegato
Editore Marsilio  (collana Farfalle)
Disponibile anche in ebook a € 9,99

1 Lascia un commento:

Alessandro Vizzino ha detto...

Ho letto "Tu sei il male", in attesa di leggere questo prequel, che non dubito sia magistrale e affascinante quanto il primo. Ho anche avuto la fortuna di conoscere di persona e di diventare amico di Roberto Costantini, che prima ancora che un grandissimo autore del panorama editoriale italiano, e ormai anche estero, che riempirà certamente i prossimi anni della nostra letteratura, è una persona di un'eleganza e di una simpatia davvero straordinarie! Consiglio a tutti questi due libri, in attesa della chiusura del cerchio, con il terzo. A.V.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cronologia Post

Autori

Agatha Cristie (3) Alberto Custerlina (3) Alessandro Bastasi (9) Alessandro Berselli (1) Alessandro Perissinotto (2) Alessandro Vizzino (2) Alessandro Zanoni (2) Alfredo Colitto (16) Allan Guthrie (1) Andre Helena (5) Andrea Camilleri (7) Andrea G.Pinketts (3) Angela Capobianchi (4) Anne Holt (6) Anthony Neil Smith (2) Ariana Franklin (2) Arnaldur Indridason (3) Arne Dalh (2) Ballario Giorgio (2) Bill James (3) Bret Easton Ellis (2) Brian Freeman (9) Camilla Läckberg (7) Carin Gerhardsen (2) Carlo Luccarelli (3) Carolyn Graham (2) Charles Willeford (2) Charlotte Link (5) Chelsea Cain (3) Chiara Palazzolo (4) Ciro Auriemma (5) Claudio Paglieri (5) Cody McFadyen (1) Cormac McCarthy (2) Cornell Woolrich (1) Dan Simmons (3) Daniel Silva (5) Dean R. Koontz (3) Derek Raymond (4) Dominique Manotti (4) Don Winslow (12) Donald Westlake (2) Donato Carrisi (10) Douglas Preston e Lincoln Child (4) Ed McBain (2) Elisabetta Bucciarelli (6) Elizabeth George (1) Elmore Leonard (6) Eraldo Baldini (2) Fabrizio Canciani (2) Ferdinando Pastori (25) Francesca Battistella (10) Francesca Bertuzzi (3) Francesca Scotti (8) Francisco Gonzalez Ledesma (2) Frédéric H. Fajardie (2) Genna Giuseppe (1) George Simenon (5) George V. Higgins (3) Giampaolo Simi (2) Giancarlo De Cataldo (6) Giancarlo Narciso (8) Gianni Farinetti (1) Gianni Simoni (11) Gianpaolo Zarini (6) Giorgio Faletti (2) Giorgio Scerbanenco (11) Giuliano Pasini (8) Giuseppe Foderaro (3) Giuseppe Leto Barone (7) Greg Iles (4) Harlan Coben (1) Henning Mankell (1) Iain Pears (3) Ian McEwan (2) J. A. Konrath (1) James Ellroy (7) James M. Cain (2) James Patterson (14) James Rollins (6) Janet Evanovich (1) Jean Christophe Grangè (1) Jean Claude Izzo (1) Jean-Patrick Manchette (5) Jefferson Bass (2) Jeffery Deaver (10) Jerker Eriksson (3) Jim Nisbet (2) Jim Thompson (6) Jo Nesbø (12) Joe R. Lansdale (8) John Verdon (2) Jonathan Kellerman (3) Josè Carlos Somoza (3) Justin Cronin (2) Karin Slaughter (9) Ken Follet (2) Laura Costantini (3) Leo Malet (3) Leonard S. Goldberg (2) Linda Castillo (4) Linda La Plante (1) Linwood Barclay (2) Liza Marklund (3) Lorenza Ghinelli (5) Loriano Macchiavelli (5) Luca Filippi (4) Lucia Tilde Ingrosso (6) Luigi Romolo Carrino (4) Maj Sjöwall (1) Marco Bettini (2) Marco Buticchi (4) Marco Malvaldi (8) Marco Vichi (8) Marilù Oliva (6) Mario Mazzanti (9) Mary Higgins Clark (2) Massimo Lugli (5) Massimo Rainer (3) Matteo Righetto (1) Matteo Strukul (9) Maurizio De Giovanni (15) Mauro Marcialis (9) Michael Robotham (3) Micheal Connelly (7) Michele Giuttari (4) Omar di Monopoli (2) Paolo Grugni (5) Paolo Roversi (6) Patrick Fogli (9) Patrizia Mintz (6) Paul Harper (1) Petros Markarism (1) Philip Roth (1) Philippe Claudel (1) Philippe Djian (3) Piergiorgio Pulixi (18) Pierluigi Porazzi (6) Pierre Lemaitre (6) R.J Ellory (2) Remo Bassini (2) Riccardo Perissich (1) Richard Matheson (2) Roberto Costantini (6) Robin Cook (2) Rodolfo Wlash (1) Sabine Thiesler (3) Sam Durrel (3) Sam Neill (1) Sandrone Dazieri (3) Sara Bilotti (11) Sasha Naspini (3) Schätzing Frank (1) Seba&Fra (6) Sebastian Fitzek (5) Seth Grahame Smith (1) Shane Stevens (4) Simone Sarasso (5) Stefano Di Marino (34) Stelvio Mestrovich (4) Stephen King (11) Steve Berry (3) Stuart Macbride (4) Susanna Raule (3) Tersite Rossi (5) Tess Gerritsen (5) Tim Willocks (5) Ugo Barbàra (3) Ugo Moriano (2) Valerio Varesi (6) Victor Gischler (6) William Landay (2) Wulf Dorn (8)

Da non perdere

Da Evitare

NonSoloThriller

Interviste

Post più popolari

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.