venerdì, settembre 24

Strage, di Macchiavelli Loriano

 STRAGE
 di
 Macchiavelli Loriano


Appena uscito, nel 1990, questo romanzo fu subito ritirato dal suo editore, dopo la denuncia di uno degli imputati della strage del 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna. Nel trentennale di quel lutto immenso, "Strage" torna in libreria, praticamente inedito. Con intatto il suo potenziale narrativo: personaggi avvincenti, intreccio serrato, ipotesi stupefacenti al confine della fantascienza, dolorosa e inconciliabile verità umana. "Il 15 ottobre 1991 il tribunale civile e penale di Milano mi assolse. Le motivazioni contenute nella sentenza erano varie; la più importante è quella che affermava che l'autore (il sottoscritto) non era punibile in quanto aveva semplicemente esercitato il diritto di cronaca e di critica, emanazioni dell'articolo 21 della Costituzione che sancisce il diritto di libertà di stampa e informazione. Un diritto-dovere che continua a essere messo in discussione da chi ha altri interessi che la libertà di stampa e l'informazione. Due righe sulla storia: fantasia, niente altro che ipotesi di un romanziere, basate su alcuni dati emersi nel corso delle tante indagini eseguite dai magistrati e che io ho utilizzato per aumentare l'interesse dell'intrigo e rendere più credibile la vicenda. Anche il finale è pura invenzione. Chi ritenesse di riconoscersi in uno dei tanti personaggi, si tolga subito l'illusione di essere diventato un eroe da romanzo. I personaggi sono di fantasia esattamente com'è di fantasia Jules Quicher".


Giuseppe Mosca ha detto: Il primo libro docu-fiction !

Questo di Loriano Macchiavelli è uno dei libri più belli e interessanti che ho letto in questa estate del 2010. La Strage di Bologna costituisce l'evento più terribile della Storia repubblicana d'Italia..e s'incastona in quegli anni oscuri e tragici così bene descritti da Sergio Zavoli nella sua "La Notte della Repubblica".. Anni che hanno straziato la coscienza civile del nostro paese..la Strage di Bologna dicevamo.. architettata e progettata nel bel mezzo "degli anni di piombo" e della "Strategia della Tensione"; tale è stata la sua efferatezza da poter essere definita “a ragione” disumana.. Macchiavelli scrisse questo libro già nel 1990 ma fu ritirato dalle librerie quasi subito per colpa di uno degli imputati del processo che si riconobbe in uno dei personaggi del libro e querelò lo scrittore bolognese. Un po Thriller, un po Noir, un po Spy-Story, sicuramente giallo-atipico.. Forse però probabilmente è stato il “primo libro docu-fiction” come lui stesso l'ha definito in una intervista..quando questo termine non era entrato ancora nell’uso corrente.. Nel romanzo sono bene narrate le atmosfere, i personaggi(con le loro bassezze umane e gli slanci d'umanità) e le strutture(governative,criminali) che imperavano a quei tempi in Italia: Cia, Mafia, Massoneria,Servizi deviati, tutti legati in un groviglio putrido e marcio.. Sono descritte le loro infamie, i sordidi doppi e tripli giochi, i loro vili inganni.. Certo Macchiavelli in questo romanzo si schiera..e non gli do torto..conosciamo le sue simpatie politiche e prende le sue posizioni.. secondo me facendo bene..parlando di “strage fascista” ma dandole una connotazione più larga per i soggetti che parteciparono alla sua attuazione..quindi in senso più ampio del termine.. In fondo la sua è più che una ipotesi romanzesca: magari i nomi non coincideranno e nemmeno le date e le trame in cui si sono mossi i suoi personaggi, ma la sua “fantasia documentata” va più vicino alla realtà dei tanti saggi e ricostruzioni che hanno provato ad avvicinarsi all’autenticità dei fatti sulla pagina più nera della Storia dell’Italia repubblicana.. Alla fine credo che l’intento dell’autore sia risvegliare la “richiesta di verità documentata”..viste le lacune delle verità giudiziarie..

Info per l'acquisto

2 Lascia un commento:

mariapinto69 ha detto...

Tra tutti i commenti letti a questo libro, alcuni barocchi, altri superficiali, il tuo brilla per passionalità....si vede e si sente che l'argomento ti appassiona...mi hai incuriosito, nonostante non sia il genere che prediligo. Sempre molto interessanti le tue rece....^_^

Giuseppe Mosca ha detto...

Grazie tante per le tue parole.. Maria.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cronologia Post

Autori

Agatha Cristie (3) Alberto Custerlina (3) Alessandro Bastasi (9) Alessandro Berselli (1) Alessandro Perissinotto (2) Alessandro Vizzino (2) Alessandro Zanoni (2) Alfredo Colitto (16) Allan Guthrie (1) Andre Helena (5) Andrea Camilleri (7) Andrea G.Pinketts (3) Angela Capobianchi (4) Anne Holt (6) Anthony Neil Smith (2) Ariana Franklin (2) Arnaldur Indridason (3) Arne Dalh (2) Ballario Giorgio (2) Bill James (3) Bret Easton Ellis (2) Brian Freeman (9) Camilla Läckberg (7) Carin Gerhardsen (2) Carlo Luccarelli (3) Carolyn Graham (2) Charles Willeford (2) Charlotte Link (5) Chelsea Cain (3) Chiara Palazzolo (4) Ciro Auriemma (5) Claudio Paglieri (5) Cody McFadyen (1) Cormac McCarthy (2) Cornell Woolrich (1) Dan Simmons (3) Daniel Silva (5) Dean R. Koontz (3) Derek Raymond (4) Dominique Manotti (4) Don Winslow (12) Donald Westlake (2) Donato Carrisi (10) Douglas Preston e Lincoln Child (4) Ed McBain (2) Elisabetta Bucciarelli (6) Elizabeth George (1) Elmore Leonard (6) Eraldo Baldini (2) Fabrizio Canciani (2) Ferdinando Pastori (25) Francesca Battistella (10) Francesca Bertuzzi (3) Francesca Scotti (8) Francisco Gonzalez Ledesma (2) Frédéric H. Fajardie (2) Genna Giuseppe (1) George Simenon (5) George V. Higgins (3) Giampaolo Simi (2) Giancarlo De Cataldo (6) Giancarlo Narciso (8) Gianni Farinetti (1) Gianni Simoni (11) Gianpaolo Zarini (6) Giorgio Faletti (2) Giorgio Scerbanenco (11) Giuliano Pasini (8) Giuseppe Foderaro (3) Giuseppe Leto Barone (7) Greg Iles (4) Harlan Coben (1) Henning Mankell (1) Iain Pears (3) Ian McEwan (2) J. A. Konrath (1) James Ellroy (7) James M. Cain (2) James Patterson (14) James Rollins (6) Janet Evanovich (1) Jean Christophe Grangè (1) Jean Claude Izzo (1) Jean-Patrick Manchette (5) Jefferson Bass (2) Jeffery Deaver (10) Jerker Eriksson (3) Jim Nisbet (2) Jim Thompson (6) Jo Nesbø (12) Joe R. Lansdale (8) John Verdon (2) Jonathan Kellerman (3) Josè Carlos Somoza (3) Justin Cronin (2) Karin Slaughter (9) Ken Follet (2) Laura Costantini (3) Leo Malet (3) Leonard S. Goldberg (2) Linda Castillo (4) Linda La Plante (1) Linwood Barclay (2) Liza Marklund (3) Lorenza Ghinelli (5) Loriano Macchiavelli (5) Luca Filippi (4) Lucia Tilde Ingrosso (6) Luigi Romolo Carrino (4) Maj Sjöwall (1) Marco Bettini (2) Marco Buticchi (4) Marco Malvaldi (8) Marco Vichi (8) Marilù Oliva (6) Mario Mazzanti (9) Mary Higgins Clark (2) Massimo Lugli (5) Massimo Rainer (3) Matteo Righetto (1) Matteo Strukul (9) Maurizio De Giovanni (15) Mauro Marcialis (9) Michael Robotham (3) Micheal Connelly (7) Michele Giuttari (4) Omar di Monopoli (2) Paolo Grugni (5) Paolo Roversi (6) Patrick Fogli (9) Patrizia Mintz (6) Paul Harper (1) Petros Markarism (1) Philip Roth (1) Philippe Claudel (1) Philippe Djian (3) Piergiorgio Pulixi (18) Pierluigi Porazzi (6) Pierre Lemaitre (6) R.J Ellory (2) Remo Bassini (2) Riccardo Perissich (1) Richard Matheson (2) Roberto Costantini (6) Robin Cook (2) Rodolfo Wlash (1) Sabine Thiesler (3) Sam Durrel (3) Sam Neill (1) Sandrone Dazieri (3) Sara Bilotti (11) Sasha Naspini (3) Schätzing Frank (1) Seba&Fra (6) Sebastian Fitzek (5) Seth Grahame Smith (1) Shane Stevens (4) Simone Sarasso (5) Stefano Di Marino (34) Stelvio Mestrovich (4) Stephen King (11) Steve Berry (3) Stuart Macbride (4) Susanna Raule (3) Tersite Rossi (5) Tess Gerritsen (5) Tim Willocks (5) Ugo Barbàra (3) Ugo Moriano (2) Valerio Varesi (6) Victor Gischler (6) William Landay (2) Wulf Dorn (8)

Da non perdere

Da Evitare

NonSoloThriller

Interviste

Post più popolari

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.