giovedì, gennaio 23

Recensione IO LA TROVERO' di Romano De Marco

Recensione a cura di Massimo Minimo

Marco Tanzi è uno dei senzatetto di Milano, un invisibile come tanti altri. Dieci anni prima, però, era il miglior poliziotto della città e sul lavoro formava coppia fissa con Luca Betti. Almeno fino a quando un tragico episodio aveva spezzato in lui qualcosa, portandolo alla deriva e facendolo precipitare in un inferno di alcool e cocaina. Scontati sette anni di prigione per reati vari, Tanzi vive ora ai margini, deciso a stare lontano da tutto e da tutti; neppure la notizia della misteriosa sparizione di sua figlia Giulia, comunicatagli da Betti, sembra scuoterlo. In realtà Marco è rimasto colpito dalle parole dell’ex collega e si sottoporrà ad una dura prova per vincere i suoi démoni personali e riportare a casa la figlia.
“Io la troverò” è un romanzo duro, di quelli destinati a lasciare il segno. Già l’argomento principale che affronta, la cosiddetta tratta clandestina delle ragazze bianche, non può far rimanere indifferenti. L’autore ci guida attraverso questo mondo fatto di violenze e perversioni, in cui giovani innocenti sono alla mercè di “uomini” senza scrupoli, spesso professionisti stimati ed insospettabili. Anche la struttura del romanzo colpisce il lettore per la sua particolarità: al racconto delle vicende si alternano brevi flashback che spiegano il passato di Tanzi ed i motivi per cui è caduto in disgrazia. La narrazione stessa procede sì in terza persona, ma alcuni capitoli sono raccontati dalla prospettiva di Betti o da quella di Tanzi. Sono loro i due protagonisti, tanto diversi da far sembrare quasi impossibile che in passato siano stati così uniti. In ultimo, ma non per questo meno importanti, vanno sottolineate le figure femminili presenti nel romanzo, in particolare le mogli di Betti e Tanzi ed il commissario Laura Damiani. Un solo consiglio: tenete allacciate ben strette le cinture fino all’epilogo del libro.

TRAMA: Era il miglior poliziotto di Milano. Ora, dieci anni dopo, Marco Tanzi è un clochard, un barbone che vive nei parchi e agli angoli delle strade, mimetizzandosi con il degrado di una città che non ha tempo per prestare attenzione agli sconfitti. Capelli lunghi, barba incolta, vestiti sporchi e scarpe infangate, dell'uomo di un tempo rimane ben poco: un gigante di un metro e novantotto che annega nell'alcol i suoi fallimenti. La sua discesa all'inferno lo ha portato ad abbandonare moglie e figlia, a tradire il suo ex collega ed ex migliore amico Luca Betti e a disonorare il distintivo, macchiandosi di reati che gli sono costati sette anni di carcere. Eppure, una sera, succede qualcosa. La figlia che Tanzi non vede da anni è scomparsa, inghiottita dal buio metropolitano. Betti rintraccia il vecchio collega per dargli la notizia, mettendo da parte gli antichi dissapori, e in quell'attimo nell'azzurro glaciale degli occhi di Tanzi passa un lampo, un barlume di umanità che riaffiora dal passato e sfugge al dominio delle ombre. D'un tratto, ha una missione: trovare la figlia. A ogni costo. Inizia così una caccia mortale che, in un crescendo di tensione e violenza, catapulterà lui e Betti nel giro del porno clandestino e della tratta delle bianche. Un mondo parallelo e sconosciuto ai più, nel quale solo chi ha già visto in faccia i propri incubi peggiori riesce a sopravvivere.


Titolo Io la troverò. La serie Nero a Milano
Autore De Marco Romano
Prezzo € 15,00
Dati 2014, 336 p.
Editore Feltrinelli  (collana Fox Crime)
Prenotalo su IBS


1 Lascia un commento:

PENNYWISE ha detto...

Ho apprezzato De Marco nei suoi precedenti libri ma sicuramente questo è il suo migliore, a livello di coinvolgimento emotivo e di trama.
Duro, spietato come sono spietati gli uomini che sfruttano le ragazze e come sarà spietato il padre in cerca della propria figlia, un modo per riscattarsi da un inferno personale in cui è caduto e da cui riuscirà ad uscire proprio grazie all'amore per sua figlia. Un baratro da cui riemerge più forte e più determinato. Durante il romanzo ci troviamo a non sopportarlo, a condannarlo per certi comportamenti ma comunque tifiamo per lui, perchè ce la faccia nella sua missione, aiutato dal suo ex miglio amico. Insomma, un libro che consiglio dal profondo del cuore, in attesa forse di leggere ancora qualcosa su di lui.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cronologia Post

Autori

Agatha Cristie (3) Alberto Custerlina (3) Alessandro Bastasi (9) Alessandro Berselli (1) Alessandro Perissinotto (2) Alessandro Vizzino (2) Alessandro Zanoni (2) Alfredo Colitto (16) Allan Guthrie (1) Andre Helena (5) Andrea Camilleri (7) Andrea G.Pinketts (3) Angela Capobianchi (4) Anne Holt (6) Anthony Neil Smith (2) Ariana Franklin (2) Arnaldur Indridason (3) Arne Dalh (2) Ballario Giorgio (2) Bill James (3) Bret Easton Ellis (2) Brian Freeman (9) Camilla Läckberg (7) Carin Gerhardsen (2) Carlo Luccarelli (3) Carolyn Graham (2) Charles Willeford (2) Charlotte Link (5) Chelsea Cain (3) Chiara Palazzolo (4) Ciro Auriemma (5) Claudio Paglieri (5) Cody McFadyen (1) Cormac McCarthy (2) Cornell Woolrich (1) Dan Simmons (3) Daniel Silva (5) Dean R. Koontz (3) Derek Raymond (4) Dominique Manotti (4) Don Winslow (12) Donald Westlake (2) Donato Carrisi (10) Douglas Preston e Lincoln Child (4) Ed McBain (2) Elisabetta Bucciarelli (6) Elizabeth George (1) Elmore Leonard (6) Eraldo Baldini (2) Fabrizio Canciani (2) Ferdinando Pastori (25) Francesca Battistella (10) Francesca Bertuzzi (3) Francesca Scotti (8) Francisco Gonzalez Ledesma (2) Frédéric H. Fajardie (2) Genna Giuseppe (1) George Simenon (5) George V. Higgins (3) Giampaolo Simi (2) Giancarlo De Cataldo (6) Giancarlo Narciso (8) Gianni Farinetti (1) Gianni Simoni (11) Gianpaolo Zarini (6) Giorgio Faletti (2) Giorgio Scerbanenco (11) Giuliano Pasini (8) Giuseppe Foderaro (3) Giuseppe Leto Barone (7) Greg Iles (4) Harlan Coben (1) Henning Mankell (1) Iain Pears (3) Ian McEwan (2) J. A. Konrath (1) James Ellroy (7) James M. Cain (2) James Patterson (14) James Rollins (6) Janet Evanovich (1) Jean Christophe Grangè (1) Jean Claude Izzo (1) Jean-Patrick Manchette (5) Jefferson Bass (2) Jeffery Deaver (10) Jerker Eriksson (3) Jim Nisbet (2) Jim Thompson (6) Jo Nesbø (12) Joe R. Lansdale (8) John Verdon (2) Jonathan Kellerman (3) Josè Carlos Somoza (3) Justin Cronin (2) Karin Slaughter (9) Ken Follet (2) Laura Costantini (3) Leo Malet (3) Leonard S. Goldberg (2) Linda Castillo (4) Linda La Plante (1) Linwood Barclay (2) Liza Marklund (3) Lorenza Ghinelli (5) Loriano Macchiavelli (5) Luca Filippi (4) Lucia Tilde Ingrosso (6) Luigi Romolo Carrino (4) Maj Sjöwall (1) Marco Bettini (2) Marco Buticchi (4) Marco Malvaldi (8) Marco Vichi (8) Marilù Oliva (6) Mario Mazzanti (9) Mary Higgins Clark (2) Massimo Lugli (5) Massimo Rainer (3) Matteo Righetto (1) Matteo Strukul (9) Maurizio De Giovanni (15) Mauro Marcialis (9) Michael Robotham (3) Micheal Connelly (7) Michele Giuttari (4) Omar di Monopoli (2) Paolo Grugni (5) Paolo Roversi (6) Patrick Fogli (9) Patrizia Mintz (6) Paul Harper (1) Petros Markarism (1) Philip Roth (1) Philippe Claudel (1) Philippe Djian (3) Piergiorgio Pulixi (18) Pierluigi Porazzi (6) Pierre Lemaitre (6) R.J Ellory (2) Remo Bassini (2) Riccardo Perissich (1) Richard Matheson (2) Roberto Costantini (6) Robin Cook (2) Rodolfo Wlash (1) Sabine Thiesler (3) Sam Durrel (3) Sam Neill (1) Sandrone Dazieri (3) Sara Bilotti (11) Sasha Naspini (3) Schätzing Frank (1) Seba&Fra (6) Sebastian Fitzek (5) Seth Grahame Smith (1) Shane Stevens (4) Simone Sarasso (5) Stefano Di Marino (34) Stelvio Mestrovich (4) Stephen King (11) Steve Berry (3) Stuart Macbride (4) Susanna Raule (3) Tersite Rossi (5) Tess Gerritsen (5) Tim Willocks (5) Ugo Barbàra (3) Ugo Moriano (2) Valerio Varesi (6) Victor Gischler (6) William Landay (2) Wulf Dorn (8)

Da non perdere

Da Evitare

NonSoloThriller

Interviste

Post più popolari

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.