venerdì, aprile 20

Recensione SIN di Alessandro Vizzino


Voto 
SIN, peccato. Chi decide quando commettiamo un peccato? Ma soprattutto chi decide se dobbiamo essere puniti? La punizione può essere addirittura la morte? E chi lo decide?
SIN è terrificante sotto questo punto di vista, agghiacciante per quello che succede, angosciante perchè dividiamo la sorte di dieci personaggi che ad un certo punto della loro vita si ritrovano in un luogo sconosciuto senza conoscersi assolutamente tra loro. I dieci personaggi sono descritti magistralmente, con il loro bagaglio di meschinità, colpe vere o presunte, vite completamente diverse per età, provenienza geografica, retaggio culturale.
 Ci sarà un filo che unirà queste vite, sottilissimo ma c'è. Ero un po' perplessa per il periodo del romanzo, nel futuro fra cinquant'anni...
Anche questo ha un suo perchè. Il libro è coinvolgente in modo subdolo, inizia lentamente, quasi noioso e poi incomincia a prenderti direttamente a pugni nello stomaco e a scuoterti il cervello.
Una trama ben congegnata, un sacco di domande a cui si troverà risposta nelle ultime pagine, risposte dure, a volte deliranti.Ottimo esordio di questo autore, aspettiamo il prossimo con molta fiducia e voglia di leggere ancora qualcosa di lui.

Recensione di Patrizia Seghezzi


TRAMA: Ognuno nella vita ha almeno un peccato. Ma non tutti lo sanno. Mezzo secolo avanti, in un mondo diverso. Alcune persone si ritrovano in un luogo ignoto ed enigmatico. Non si sono mai viste prima, ma pian piano cominceranno a rintracciare i vari fili di congiunzione che le legano indissolubilmente l'una all'altra. In un abisso denso d'intrighi e misteri, cercheranno di sopravvivere alla ferocia di un cinico aguzzino. Tenteranno di far galleggiare la loro esistenza al disopra di una morte cingente e dilagante. Sullo sfondo, un grande affare internazionale, che coinvolge anche la Chiesa. Soltanto alla fine ogni cosa apparirà chiara.
E il peccato emergerà dalla melma. Una conclusione scioccante, su cui riflettere. Un romanzo ritmato, intenso, incalzante. Seicento pagine di passione e adrenalina allo stato puro. Un'opera thriller ampia, corale, unica. Un'opera in cui ciascuno è protagonista e nessuno è comparsa. Un'opera d'enorme originalità e impatto, che tuttavia non disdegna molteplici punti d'analogia con importanti lavori della letteratura thriller-noir o del cinema (Angeli e demoni, Io uccido, Cube, Saw, Seven).

Titolo Sin
Autore Vizzino Alessandro
Prezzo € 14,00
Su Amazon €11,90
Dati 2012, 654 p., brossura
Curatore Metta A.
Editore Mjm Editore  (collana Thriller)
Condividi su Facebook
Fonte: Thrillerpages.blogspot.com

5 Lascia un commento:

Pablito ha detto...

Sicuramente un ottimo libro, 600 pagine di tensione narrativa, ritmo incalzante e continui colpi di scena! Come anticipato nella trama ci sono diversi elementi che richiamano film o programmi conosciuti ma miscelati comunque sapientemente senza eccessi e senza cadere nella pericolosa trappola della " scopiazzatura". La scrittura è scorrevole, ricca di particolari ma mai prolissa, misurata ed incisiva. Ho apprezzato decisamente il crescendo di tensione e la curiosità che mi assaliva man mano che la storia dei nostri dieci si dipanava... Un paio di perplessità mi sono rimaste soprattutto riferite al finale ma non potrei rendervene partecipi senza rischiare lo spoileraggio e di conseguenza un linciaggio virtuale di tutti coloro interessati al libro. Sarò felice comunque di discutere con voi attraverso altri canali! Per concludere direi un libro decisamente valido consigliato a lettori voyeur in cerca di pathos, adrenalina, sangue e crudeltà! Sconsigliato chiaramente ai claustrofobici ed ai lettori "pigri" perchè è un'ottima compagnia ma da bere tutta d'un fiato !

Paola Corace ha detto...

Ho trovato il libro un po’ lento nelle prime 150 pagine circa, in attesa che succedesse qualcosa, soprattutto qualcosa che allontanasse dalla sensazione di déjà vu. Poi il qualcosa succede e la sensazione di déjà vu ... aumenta, ma si va avanti con la lettura pensando che non possa essere così: l’altro libro è troppo conosciuto perché si possa pensare di riprenderne, anche minimamente, la trama. E infatti così non è. Nonostante le similitudini con l’altro libro proseguano e che ulteriori ne appaiano con altri libri, non sono affatto queste il punto cruciale di SIN, che nello svolgersi della trama assume un ritmo più sostenuto ed avvincente, per portare il lettore alla ricerca di quella diversità che tarda a venire. Ma arriva. Con tutta la sua cattiveria, la sua ignominia, la sua aberrazione.
L’ambientazione futuristica del libro lo rende, in certi passi, di difficile comprensione e diventa anche un escamotage per permettere certe “licenze”.
Tutto sommato, un libro che, con la metà delle pagine, poteva diventare un passatempo piacevole, per una grigia giornata invernale.

luisa cora ha detto...

Sin un thriller molto particolare di Alessandro Vizzino alla sua pprima prova letteraria. Siamo nell'anno 2054 e dieci persone si trovano inspiegabilmente chiuse in in mega appartamento lussuoso. Sono cinque donne e cinque uomini apparentemente non si conoscono, ma con il tempo capiscono di essere coinvolti personalmente nelle loro vicende.Li accomuna una cosa : ognuno di loro ha un peccato da confessare.Ma chi li ha voluti tutti assieme? e dove si trovano?Il libro è impossibile descriverlo la lettura è adrenalitica, sfiora l'horror, eppure incatena il lettore. Chi sarà il loro giustiziere? e perchè vengono condannati ad uno ad uno?Imperativo arrivare alla fine le oltre seicento pagine scorrono nell'ansia di conoscere la misteriosa identità che ha unito queste persone.La conclusione è scioccante e fa riflettere stiamo veramente andando verso questo futuro?La società è ormai tecnologica all'estremo, ma qui siamo nel futuro magari prossimo? Chissà!Un libro che ha il ritmo di thriller famosi, ma l'originalità della trama lo rendono unico. Sicuramente consigliato agli amanti di thriller particolarmente cruenti e enigmatici fino alla fine.

Paola.B ha detto...

Mi sono accostata a SIN di Alessandro Vizzino con grandi aspettative, create soprattutto dalla lettura della 4^ di copertina
“Una conclusione scioccante, su cui riflettere. Un romanzo ritmato, intenso, incalzante.
Seicento pagine di passione e adrenalina allo stato puro.
Un’opera thriller ampia, corale, unica.
Un’opera in cui ciascuno è protagonista e nessuno è comparsa.
Un’opera d’enorme originalità e impatto, che tuttavia non disdegna molteplici punti d’antologia con importanti lavori della letteratura thriller-noir o del cinema (Angeli e Demoni, Io uccido, Cube, Saw, Seven)”
Non è colpa mia se dopo aver letto una 4^ così potente ero sicura di leggere un libro strepitoso! Purtroppo per me non lo è stato e questo fin dall'inizio e direttamente dalla stessa incriminata copertina che recita: “Mezzo secolo avanti , in un mondo diverso.” Forma espressiva che sinceramente non avrei scritto………dico più banalmente che ci troviamo in mondo avveniristico fatto di mezzi di trasporto Shuttle, di computer, di tutta quella tecnologia super avanzata. Di case con arredamenti minimalista super tecnologiche……
10 personaggi fan da padrone in questo thriller……10 persone prelevate dalle loro case a loro insaputa mentre dormivano e sbattute dentro una casa e naturalmente non si conoscono, ma si può già immaginare che queste persone hanno un filo che li lega tra loro…….inizia il Grande Fratello (mi ricorda molto un libro della A. Nothomb situazione e storia diversa ma simile).
Queste 10 persone incominciano a conoscersi, a raccontarsi e scoprono vari legami grazie anche a degli aiuti con messaggi del Team del GF(molto Saw!).
Dopo 250 pagine di noia incredibile arriva il primo omicidio molto truculento con messaggio enigmatico (molto Seven, o.. Io uccido!) e si anima un po’ la trama. Incominciano le domande, incominciano le ipotesi sulla soluzione dei messaggi enigmatici (molto Angeli e Demoni!)…….e mi fermo qua non voglio svelare altro della trama!!!
Prolisso è la prima parola che mi viene in mente. Descrizioni troppo dettagliate dei luoghi, delle spiegazioni scientifiche, del mondo….tutto troppo, ovviamente per i miei gusti!
I 10 personaggi li ho trovati scialbi, con una vita e un passato quasi noioso.
Non sono riuscita ad affezionarmi a nessun personaggio, non mi hanno dato nulla e non mi hanno lasciato nulla. Nessuna scarica di adrenalina anche perché ad un certo punto c'è stata una forte accelerazione per giungere ad un finale che mi ha lasciato basita e non mi è piaciuto!
Sinceramente non ho trovato nulla su cui riflettere e purtroppo non posso dire altro perchè rischierei di svelare troppo…..
Questo naturalmente è il mio parere personale. SIN non è entrato nelle mie corde!
Di sicuro posso dire che l'editore con i suoi proclami di "capolavoro letterario" ha proprio esagerato.

Eliana ha detto...

Uno dei libri meno entusiasmanti che ho letto quest'anno. Chiedo venia per questo inizio di commento un po' forte, ma io sono per l'onestà e questo è solo il mio parere (che non vuole avere alcuna valenza di recensione)!
Generalmente sono sempre molto "benevola" verso gli esordi di uno scrittore, ma questa volta proprio non ci riesco. Un libro che, confesso, ho faticato a portare a termine, più volte tentata dall'abbandonarlo: più andavo avanti e meno la storia mi coinvolgeva
600 pagine da incubo, ma non nel senso "thrilleristico" del termine: noioso all'inverosimile, bisogna aspettare almeno la metà del libro perchè succeda qualcosa che svegli il lettore dal torpore in cui è caduto. Una scrittura tediosa, talvolta anche irritante per quella volontà di descrivere fin nei minimi dettagli l'una o l'altra cosa. Personaggi che non mi hanno coinvolto nelle loro vicende, né in bene né in male, con le quali non sono riuscita ad entrare in empatia (manca con uno che fosse uno).
Insomma un libro che, forse, con la metà delle pagine avrebbe potuto avere qualche chance!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cronologia Post

Autori

Agatha Cristie (3) Alberto Custerlina (3) Alessandro Bastasi (9) Alessandro Berselli (1) Alessandro Perissinotto (2) Alessandro Vizzino (2) Alessandro Zanoni (2) Alfredo Colitto (16) Allan Guthrie (1) Andre Helena (5) Andrea Camilleri (7) Andrea G.Pinketts (3) Angela Capobianchi (4) Anne Holt (6) Anthony Neil Smith (2) Ariana Franklin (2) Arnaldur Indridason (3) Arne Dalh (2) Ballario Giorgio (2) Bill James (3) Bret Easton Ellis (2) Brian Freeman (9) Camilla Läckberg (7) Carin Gerhardsen (2) Carlo Luccarelli (3) Carolyn Graham (2) Charles Willeford (2) Charlotte Link (5) Chelsea Cain (3) Chiara Palazzolo (4) Ciro Auriemma (5) Claudio Paglieri (5) Cody McFadyen (1) Cormac McCarthy (2) Cornell Woolrich (1) Dan Simmons (3) Daniel Silva (5) Dean R. Koontz (3) Derek Raymond (4) Dominique Manotti (4) Don Winslow (12) Donald Westlake (2) Donato Carrisi (10) Douglas Preston e Lincoln Child (4) Ed McBain (2) Elisabetta Bucciarelli (6) Elizabeth George (1) Elmore Leonard (6) Eraldo Baldini (2) Fabrizio Canciani (2) Ferdinando Pastori (25) Francesca Battistella (10) Francesca Bertuzzi (3) Francesca Scotti (8) Francisco Gonzalez Ledesma (2) Frédéric H. Fajardie (2) Genna Giuseppe (1) George Simenon (5) George V. Higgins (3) Giampaolo Simi (2) Giancarlo De Cataldo (6) Giancarlo Narciso (8) Gianni Farinetti (1) Gianni Simoni (11) Gianpaolo Zarini (6) Giorgio Faletti (2) Giorgio Scerbanenco (11) Giuliano Pasini (8) Giuseppe Foderaro (3) Giuseppe Leto Barone (7) Greg Iles (4) Harlan Coben (1) Henning Mankell (1) Iain Pears (3) Ian McEwan (2) J. A. Konrath (1) James Ellroy (7) James M. Cain (2) James Patterson (14) James Rollins (6) Janet Evanovich (1) Jean Christophe Grangè (1) Jean Claude Izzo (1) Jean-Patrick Manchette (5) Jefferson Bass (2) Jeffery Deaver (10) Jerker Eriksson (3) Jim Nisbet (2) Jim Thompson (6) Jo Nesbø (12) Joe R. Lansdale (8) John Verdon (2) Jonathan Kellerman (3) Josè Carlos Somoza (3) Justin Cronin (2) Karin Slaughter (9) Ken Follet (2) Laura Costantini (3) Leo Malet (3) Leonard S. Goldberg (2) Linda Castillo (4) Linda La Plante (1) Linwood Barclay (2) Liza Marklund (3) Lorenza Ghinelli (5) Loriano Macchiavelli (5) Luca Filippi (4) Lucia Tilde Ingrosso (6) Luigi Romolo Carrino (4) Maj Sjöwall (1) Marco Bettini (2) Marco Buticchi (4) Marco Malvaldi (8) Marco Vichi (8) Marilù Oliva (6) Mario Mazzanti (9) Mary Higgins Clark (2) Massimo Lugli (5) Massimo Rainer (3) Matteo Righetto (1) Matteo Strukul (9) Maurizio De Giovanni (15) Mauro Marcialis (9) Michael Robotham (3) Micheal Connelly (7) Michele Giuttari (4) Omar di Monopoli (2) Paolo Grugni (5) Paolo Roversi (6) Patrick Fogli (9) Patrizia Mintz (6) Paul Harper (1) Petros Markarism (1) Philip Roth (1) Philippe Claudel (1) Philippe Djian (3) Piergiorgio Pulixi (18) Pierluigi Porazzi (6) Pierre Lemaitre (6) R.J Ellory (2) Remo Bassini (2) Riccardo Perissich (1) Richard Matheson (2) Roberto Costantini (6) Robin Cook (2) Rodolfo Wlash (1) Sabine Thiesler (3) Sam Durrel (3) Sam Neill (1) Sandrone Dazieri (3) Sara Bilotti (11) Sasha Naspini (3) Schätzing Frank (1) Seba&Fra (6) Sebastian Fitzek (5) Seth Grahame Smith (1) Shane Stevens (4) Simone Sarasso (5) Stefano Di Marino (34) Stelvio Mestrovich (4) Stephen King (11) Steve Berry (3) Stuart Macbride (4) Susanna Raule (3) Tersite Rossi (5) Tess Gerritsen (5) Tim Willocks (5) Ugo Barbàra (3) Ugo Moriano (2) Valerio Varesi (6) Victor Gischler (6) William Landay (2) Wulf Dorn (8)

Da non perdere

Da Evitare

NonSoloThriller

Interviste

Post più popolari

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.