domenica, luglio 17

Recensione de GLI ULTIMI GIORNI di Andrew Masterson


Titolo Gli ultimi giorni , L'apocrifo di Joe Panter
Autore Andrew Masterson
Prezzo di copertina € 16,00
Dati 2002, 406 p.
Editore Marsilio
TRAMA: Joe Panther è un uomo pericoloso e dai molti segreti. Spacciatore di droga, detective privato a tempo perso e occasionalmente killer, Panther è soprattutto Yeshu Ben Panthera, ovvero Gesù Cristo, il messia morto sulla Croce e resuscitato dopo tre giorni. O almeno, lui ne è convinto: "In fin dei conti, non sono un genio del crimine. Sono soltanto un messia che si trova a vivere in tempi duri". Quando una ragazza viene crocefissa e decapitata in una chiesa di Melbourne, il parroco, sospettato dell'omicidio, assolda Joe Panther perché lo discolpi scoprendo il vero assassino. Ma il caso, che vede coinvolti una banda di pornografi, sette religiose millenaristiche e servizi segreti vari, si rivela molto più intricato del previsto.

Recensione a cura di Diego Thriller:

Comincio subito col ringraziare Ferdinando Pastori, amico scrittore di noir che sceglie i libri a caso, scoprendo il più delle volte delle vere e proprie chicce letterarie!
Questo libro è unico nel suo genere, almeno per quanto io abbia letto in questi anni. Assolutamente originale e assolutamente CATTIVO con tutte le lettere maiuscole! Sul retro della copertina c'è scritto: 
"Gli ultimi giorni" è offensivo, oltraggioso e terribilmente irriverente. Compratene una copia in fretta prima che siano tutte bruciate.
E non è una menzogna, io un libro cosi bastardo non so come faccia ad essere ancora nelle librerie, soprattutto quelle Italiane!
Ma parliamo un po' del libro, parliamo del suo protagonista, Joshua Ben Panther, investigatore privato. No, scusate, quello è il suo secondo lavoro, perchè lui di mestiere spaccia eroina nei quartieri loschi e sordidi di Melbourne. Fuma spinelli, beve Jameson a litri, scopa con le tossiche a cui vende l'eronia, ha amici completamente fuori di testa, per citarne uno: Giovanni Battista, mezzo barbone che ammazza cani in casa e ne appende lo scheletro.
Panther è molto intelligente, cita frasi dei libri religiosi antichi a menadito, ha un vocabolario forbito quando vuole, è molto scaltro ed è anche un po' assassino quando deve esserlo!
Il prete Corrigan lo assume spesso come investigatore perchè è il migliore a scoprire dove spariscono le sue pecorelle smarrite,  scoprire come sono morte o chi le ha ammazzate. Lui è nel giro. Lui sa come nuotare e riemergere nella merda di quel quartiere senza speranza.
Ma questa volta la posta in gioco è alta perchè la pecorella che Corrigan stava cercando di redimere viene trovata in due posti, la testa nel canale di scolo e il resto del corpo inchiodato al crocifisso della chiesa.
Dimenticavo, vi dico l'ultima cosa per quanto riguarda la trama del libro..... Joshua Ben Panther è, o pensa di essere, o.......si , può darsi che lo sia.......be si, lui è Gesù! Vi resterà un forte dubbio, e non fermatevi se siete come me che non amate i noir irreali,  questo ha il suo perchè.
Poi è un libro che mi ha fatto sbudellare dalle risate, un umorismo tagliente e molto noir. 
Panther: "L'unica chiave per aprire il paradiso è il sangue della tua vita"
Sbirro -mi stai minacciando?
Panther -no, sto citando Tertulliano
Sbirro -con chi canta?
Panther -con gli angeli
Sbirro -fanno troppo casino per me, preferisco Bryan Adams
La storia è ben costruita e adrenalinica con un ritmo vertiginoso e i personaggi vi piaceranno, ve li ricorderete per sempre! Un libro che se lo ragalate al vostro parroco vi darà la scomunica subito dopo aver letto le prime 3 o 4 pagine!
Insomma questo Masterson, l'autore, sa scrivere e anche bene, e se vi piacciono i libri tosti e originali e fuori dalle righe, questo fa al caso vostro!

Voto Thrillerpage:

Recensione a cura di Cristina Aicardi:
"Sono assolutamente sgradevole.Sono odioso,osceno,violento,colmo di pensieri lussuriosi e ricordi amari.Sono indegno di fiducia, ingannatore,opportunista.astuto, brutale, usuraio,instabile, privo di compassione.e la vendetta è, sempre, la mia-Sono un ubriacone sono dedito alla droga.Sono capriccioso ed eretico, spaventoso e crudele". Ecco questo è Joe Panther, che si crede Gesù, il protagonista del libro.E gli altri personaggi non sono da meno, nessuno è per dirla un po' alla Panther " in Grazia di Dio",tutti sono assolutamente strani, deviati, stravolti.Con protagonisti del genere il libro non poteva non essere che estremamente originale, sarcastico, cinico, blasfemo e decisamente irriverente....almeno nella prima parte. Poi , a mio personalissimo parere, diventa ripetitivo e quindi perde molto del suo fascino. La narrazione rallenta troppo per indulgere in considerazioni religiose ,la narrazione diventa ridondante e il ritmo ne risente parecchio. La storia gialla che fa muovere i personaggi è un po' relegata in secondo piano, soffocata da Panther, che imperversa in ogni pagina con il suo delirio .Il finale è bruttarello , esagerato in un libro già esagerato di suo. Comunque una "rivelazione" ed una deviazione dalle solite letture che si fa apprezzare, con le dovute cautele .

Non mancate di leggere anche IL SECONDO AVVENTO di Andrew Masterson

Giornalista dal 1984, Andrew Masterson ha collaborato con The Age; Smash Hits; HQ; The Good Weekend occupandosi di musica ma anche di cronaca nera e reportages. Ha scritto alcuni saggi ed è autore di altri due romanzi (il più recente è Death to the author). È un quarantaduenne inglese approdato in Australia nel 1968 ed il suo curriculum include tra l’altro lavori come attore e musicista. Con Gli Ultimi giorni, pubblicato in Italia da Marsilio e premiato in Australia con il Ned Kelly Award 1999 come migliore opera prima, ha dato inizio al ciclo di Joe Panther (proseguito con Second coming). Questa intervista, realizzata via mail grazie a Jacopo De Michelis, editor italiano di Masterson, nasce dopo una vertiginosa immersione ne Gli Ultimi giorni e tenta di far luce sul passato e sul futuro di Joe Panther (aka Gesù).


Trovate anche una favolosa intervista a questo link: http://www.blackmailmag.com/Intervista_ad_Andrew_Masterson.htm

760x54_promo

Le recensioni sono personali, e noi non siamo dei critici ma dei semplici lettori. Aggiungendo commenti a questo post e facendo nuove recensioni aiuterete questo blog a bilanciare i giudizi. Grazie.

0 Lascia un commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cronologia Post

Autori

Agatha Cristie (3) Alberto Custerlina (3) Alessandro Bastasi (9) Alessandro Berselli (1) Alessandro Perissinotto (2) Alessandro Vizzino (2) Alessandro Zanoni (2) Alfredo Colitto (16) Allan Guthrie (1) Andre Helena (5) Andrea Camilleri (7) Andrea G.Pinketts (3) Angela Capobianchi (4) Anne Holt (6) Anthony Neil Smith (2) Ariana Franklin (2) Arnaldur Indridason (3) Arne Dalh (2) Ballario Giorgio (2) Bill James (3) Bret Easton Ellis (2) Brian Freeman (9) Camilla Läckberg (7) Carin Gerhardsen (2) Carlo Luccarelli (3) Carolyn Graham (2) Charles Willeford (2) Charlotte Link (5) Chelsea Cain (3) Chiara Palazzolo (4) Ciro Auriemma (5) Claudio Paglieri (5) Cody McFadyen (1) Cormac McCarthy (2) Cornell Woolrich (1) Dan Simmons (3) Daniel Silva (5) Dean R. Koontz (3) Derek Raymond (4) Dominique Manotti (4) Don Winslow (12) Donald Westlake (2) Donato Carrisi (10) Douglas Preston e Lincoln Child (4) Ed McBain (2) Elisabetta Bucciarelli (6) Elizabeth George (1) Elmore Leonard (6) Eraldo Baldini (2) Fabrizio Canciani (2) Ferdinando Pastori (25) Francesca Battistella (10) Francesca Bertuzzi (3) Francesca Scotti (8) Francisco Gonzalez Ledesma (2) Frédéric H. Fajardie (2) Genna Giuseppe (1) George Simenon (5) George V. Higgins (3) Giampaolo Simi (2) Giancarlo De Cataldo (6) Giancarlo Narciso (8) Gianni Farinetti (1) Gianni Simoni (11) Gianpaolo Zarini (6) Giorgio Faletti (2) Giorgio Scerbanenco (11) Giuliano Pasini (8) Giuseppe Foderaro (3) Giuseppe Leto Barone (7) Greg Iles (4) Harlan Coben (1) Henning Mankell (1) Iain Pears (3) Ian McEwan (2) J. A. Konrath (1) James Ellroy (7) James M. Cain (2) James Patterson (14) James Rollins (6) Janet Evanovich (1) Jean Christophe Grangè (1) Jean Claude Izzo (1) Jean-Patrick Manchette (5) Jefferson Bass (2) Jeffery Deaver (10) Jerker Eriksson (3) Jim Nisbet (2) Jim Thompson (6) Jo Nesbø (12) Joe R. Lansdale (8) John Verdon (2) Jonathan Kellerman (3) Josè Carlos Somoza (3) Justin Cronin (2) Karin Slaughter (9) Ken Follet (2) Laura Costantini (3) Leo Malet (3) Leonard S. Goldberg (2) Linda Castillo (4) Linda La Plante (1) Linwood Barclay (2) Liza Marklund (3) Lorenza Ghinelli (5) Loriano Macchiavelli (5) Luca Filippi (4) Lucia Tilde Ingrosso (6) Luigi Romolo Carrino (4) Maj Sjöwall (1) Marco Bettini (2) Marco Buticchi (4) Marco Malvaldi (8) Marco Vichi (8) Marilù Oliva (6) Mario Mazzanti (9) Mary Higgins Clark (2) Massimo Lugli (5) Massimo Rainer (3) Matteo Righetto (1) Matteo Strukul (9) Maurizio De Giovanni (15) Mauro Marcialis (9) Michael Robotham (3) Micheal Connelly (7) Michele Giuttari (4) Omar di Monopoli (2) Paolo Grugni (5) Paolo Roversi (6) Patrick Fogli (9) Patrizia Mintz (6) Paul Harper (1) Petros Markarism (1) Philip Roth (1) Philippe Claudel (1) Philippe Djian (3) Piergiorgio Pulixi (18) Pierluigi Porazzi (6) Pierre Lemaitre (6) R.J Ellory (2) Remo Bassini (2) Riccardo Perissich (1) Richard Matheson (2) Roberto Costantini (6) Robin Cook (2) Rodolfo Wlash (1) Sabine Thiesler (3) Sam Durrel (3) Sam Neill (1) Sandrone Dazieri (3) Sara Bilotti (11) Sasha Naspini (3) Schätzing Frank (1) Seba&Fra (6) Sebastian Fitzek (5) Seth Grahame Smith (1) Shane Stevens (4) Simone Sarasso (5) Stefano Di Marino (34) Stelvio Mestrovich (4) Stephen King (11) Steve Berry (3) Stuart Macbride (4) Susanna Raule (3) Tersite Rossi (5) Tess Gerritsen (5) Tim Willocks (5) Ugo Barbàra (3) Ugo Moriano (2) Valerio Varesi (6) Victor Gischler (6) William Landay (2) Wulf Dorn (8)

Da non perdere

Da Evitare

NonSoloThriller

Interviste

Post più popolari

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.